The Peloponnese is one of Greece’s most geographically diverse and historically rich destinations. It’s also somewhere you’ll eat like a god
COVER STORY

Una guida gastronomica del Peloponneso

Sponsored by Coca-Cola
The local dishes of Laconia in Limeni, Mani
READING TIME
Tutto il tempo necessario per mangiare un'insalata Greca
Sponsored by Coca-Cola
Il Peloponneso è una delle destinazioni più diverse tanto dal punto di vista geografico quanto dal punto di vista di ricchezze storiche della Grecia, ricca di siti antichi e di miti erculei.

È anche un posto dove potrai mangiare come un vero dio - soprattutto se ami l'olio extravergine d'oliva e i prodotti di stagione (agrumi, pomodori, melanzane, carciofi, angurie, fragole...). Capre e pecore vagano sulle colline, ispirando piatti di carne appetitosi (tantissimi!) e prodotti caseari. E la gente del posto usa modi molto ingegnosi per conservare il raccolto, con marmellate, dolci al cucchiaio e salumi.

Iniziando dalla Messenia e dalla Laconia (che condividono la penisola di Mani) nel sud, potrai dirigerti a nord verso la terra dell'uva passa di Corinto e la valle di Nemea, ricca di vino (ci sono cantine in ogni regione), prima di esplorare le regioni dell'Argolide, dell'Arcadia e dell'Acaia e finire nell'Elide a nord-ovest. 

Ogni regione contiene destinazioni iconiche - Kalamata, Monemvasia, Corinto, Nauplia, l'antica Epidauro, Micene, l'Arcadia montuosa, Patrasso, l'antica Olimpia – con piatti tradizionali e prodotti locali del Peloponneso che possono essere gustati in ogni parte:

  • Gourounopoula (maiale arrosto)
  • Pasto / synglino (maiale stagionato con aromi e affumicato con legno d'oliva)
  • Pasta fatta a mano (es. hylopites)
  • Kagianas (uova strapazzate con pomodoro e salsiccia)
  • Diples (torciglioni di pasta fritta, irrorati di miele)
  • Miele ed erbe di montagna

Ti presentiamo tutto questo, mettendo in luce i prodotti locali e i piatti che costituiscono le specialità di ogni regione. Quindi, qualunque siano i tuoi gusti e i piani della tua vacanza, benvenuto nella guida gastronomica del Peloponneso.

Messinia

Kalamata, Mani (Kardamyli), Koroni, Methoni, Antica Messene, Gialova & Voidokilia, Pylos

Cosa mangiare a Messinia: I prodotti locali

Indovinerai il prodotto più famoso della Messenia dagli acri di uliveti che ti accoglieranno con foglie luminose. Visitando un frantoio, imparerai che il 95% dell'olio d'oliva della Messenia, DOP, è extravergine e, cosa più importante, ha un sapore delizioso. Vedrai anche il bestiame che pascola ai piedi del monte Taygetos, usato per produrre formaggi come la feta, la Sfela (più piccante e salata della feta) e la cremosa myzithra. I prodotti locali a base di carne includono il pasto (o synglino) - carne di maiale salata e affumicata con legno d'oliva e salsicce profumate all'arancia, originarie della Laconia. 

A seconda della stagione, i mercati e i negozi vendono melanzane, fichi d'India, carciofi e castagne - insieme a dolci al cucchiaio, miele di abete e erbe profumate del monte Taygetos tutto l'anno.  

La capitale della Messenia è Kalamata, che ha un aeroporto internazionale. La sua scena gastronomica è leggendaria in Grecia, combinando il meglio della montagna e del mare, così come i mercati e le gastronomie piene di prodotti come pasteli (barre di sesamo), aceto balsamico, senape, petimezi (melassa d'uva) e un sacco di olive Kalamata (o Kalamon) - tutti di provenienza locale. Come in ogni luogo che visiterai nel Peloponneso, se sei un vero buongustaio, considera di prenotare una lezione di cucina per conoscere tutti i trucchi usati dai locali.

Cosa mangiare in Messenia: I piatti locali

In cima alla lista dei piatti di carne c'è la gourounopoula (maiale arrosto), seguita da piatti come il maiale con il sedano, l'agnello riganato (con origano) e il galletto con le hylopites (piccola pasta tagliata a quadretti che è un prodotto locale sempre presente nel Peloponneso). I classici piatti a base di verdure includono fiori di zucchine fritti con pomodori freschi, fagioli dall'occhio nero con spinaci e verdure, e trahanas (frumento) con pomodoro. 

Altre specialità includono i tsouchti (spaghetti spessi saltati in padella con formaggio myzithra e conditi con un uovo fritto), kagianas (uova strapazzate con pomodoro e salsiccia) e baccalà tsiladia (baccalà in salsa rossa con cipolle e uva passa di Corinto) e lalangia (cerchi attorcigliati di pasta fritta, tradizionalmente consumati durante le feste). Anche i diples (spirali di pasta sottile arrotolata, fritta e condita con miele e noci tritate) sono una delizia da festa (li potrai trovare nelle panetterie e nelle pasticcerie). E per il dessert o per un morso furtivo a metà giornata, non si può sbagliare con una galatopita o un galaktoboureko (torte a base di latte).

Cosa bere in Messenia: I vini e gli alcolici locali

La produzione di vino in Messenia iniziò 3.000 anni fa (con Omero che menziona i vini di Pylia) e la tradizione sopravvive nei vigneti con varietà di uve locali come Roditis, Fileri, Mandilaria, Malagouzia e Agiorgitiko (così come i classici europei come Chardonnay, Merlot e Tempranillo). Si può fare un tour dei vigneti e di degustazioni varie nei dintorni di Pylos e Trifylia. Ci sono anche distillerie che si possono visitare, che producono ouzo, raki, liquore e cognac locale.

Laconia

Sparta, Mani (Areopoli, Itylo, Limeni), Monemvasia

Cosa mangiare a Laconia: I prodotti locali

La primavera e l'autunno sono particolarmente belli nelle fertili valli della Laconia, con gli ulivi in fiore e i frantoi che producono olio extravergine di oliva (c'è un museo dell'oliva a Sparta). Gli alberi da frutta qui presenti apportano la più grande quantità di agrumi della Grecia (tra cui mandarini, limoni, pompelmi e, soprattutto, arance) e anche i pomodori sono prodotti in quantità tali da essere trasformati in passata. Anche il salgemma locale è molto ricercato, così come il pasto (synglino) e gli insaccati locali profumati all'arancia. Nel frattempo, le colline intorno al monte Taygetos forniscono erbe (salvia, origano, timo ecc.), tè di montagna, castagne e noci e abeti per il nutrimento delle api, proprio come in Messenia. La loupina (legumi gialli rotondi, simili alle fave) si mangia in insalata o si conserva in salamoia. Infine, bisogna provare i dolci alle mandorle (amigdalota) di  Monemvasia, famosi da più di due secoli.

    

Cosa mangiare a Laconia: I piatti locali

La Laconia condivide molto del suo patrimonio (compresi i piatti e i prodotti locali) con la Messenia. Così, oltre a molti dei prodotti e dei piatti locali che si trovano lì, i piatti che rappresentano la Laconia includono il paspalas (una sorta di confit di maiale) e il kouzouni (un piatto nuziale di Mani, con pasta filo fatta in casa e un ripieno di quaglie, cipolla, pomodoro, erbe e spezie). Le tsaitia sono irresistibili piccole torte fritte, con erbe e formaggio locale. Altre torte sono conosciute come traviktes (tirate) pites. E il synglino viene aggiunto ai gigantes (fagioli giganti) e cotto al forno con salsa di pomodoro. Per fortuna, non c'è bisogno di partecipare a un matrimonio per godersi i diples con il miele e la galopita o galatopita a base di latte.

Cosa bere a Laconia: I vini locali

Oltre a produrre vino nell'antichità, la Laconia era una delle più importanti regioni viticole della Grecia nel Medioevo. I vini più famosi erano quelli di Monemvasia, che ha goduto di secoli di esportazioni di Malvasia dolce, che è stata riportata in vita e ha ottenuto lo status di DOP. Altre varietà della regione includono Mandilaria, Roditis, Agiorgitiko, Kydonitsa, Mavroudi e Malagouzia. Ci sono cantine da visitare intorno a Monemvasia e ai piedi del monte Taygetos.

Corinto

L'antica Corinto, Nemea, i villaggi di Corinto Montana, il lago Doxa, il lago Stymfalia

Cosa mangiare a Corinto: I prodotti locali

Andando verso nord, la nostra guida gastronomica del Peloponneso esplora la regione di Corinto (o Corinzia), appena oltre il canale che separa il Peloponneso dal resto della terraferma. Due prodotti dominano qui: i vini della Valle di Nemea e l'uva passa di Corinto - l'"oro nero" della Grecia del XIX secolo. L'uva passa di Vostitsa, DOP, è considerata la qualità più alta di uva passa e girando per le zone montuose e semi-montuose in agosto, potrai vedere l'uva passa asciugarsi sulle aie. Troverai anche un sacco di uva sultanina, se più di tuo gradimento.

Anche gli oliveti (e l'olio extravergine di oliva) abbondano, così come gli alberi di arance, limoni, albicocche, castagne, noci e fichi. I loro prodotti sono venduti freschi in stagione, in conserve o come dolci al cucchiaio durante tutto l'anno. Corinto è anche conosciuta per i suoi asparagi selvatici, i legumi (fagioli Vanilies Feneou protetti dall'IGP, lenticchie, ceci e fave o piselli spezzati), le verdure selvatiche e i formaggi (tra cui la feta DOP di Zireia). Soprattutto sulla costa, c'è abbondanza di pesce fresco e frutti di mare.

In August, you’ll see the Corinthian raisins drying on the threshing floors In August, you’ll see the Corinthian raisins drying on the threshing floors

Cosa mangiare a Corinto: I piatti locali

Le specialità locali a Corinto includono il cinghiale con la mela cotogna e il plaki di baccalà (un piatto con baccalà, patate, zucchine e pomodori, con un tocco locale di uva passa di Corinto). Le tagliatelle di Nemea sono servite in una varietà di modi, come con il kalkani (rombo) fritto con una spruzzata di vino rosso. I piatti di carne includono brasato di montone (vergadi) e agnello (zigouri), e salmi di maiale (con olio d'oliva, aglio, vino e passata di pomodoro e rifinito con noci tritate). Prova le seppie ripiene di riso e aneto e cotte a fuoco lento con vino rosso e la torta di porri locale è fatta con uva passa e kefalotyri (un formaggio duro e piccante). E per dessert, c'è la torta di noci o la baklava fatta con – hai indovinato - uva passa.


Cosa bere a Corinto: I vini locali

Le cantine della valle di Nemea sono, per molti buongustai, la ragione numero 1 per visitare il Peloponneso. La valle dolcemente ondulata, ricca di acqua e di verde, produce pesi massimi internazionali come Chardonnay, Sauvignon Blanc, Cabernet Sauvignon, Merlot e Syrah, oltre a varietà greche come Savvatiano, Roditis, Alepou e Asprouda. Ma la star principale a Nemea è, senza dubbio, la DOP Agiorgitiko, che produce rossi sontuosi e vellutati che spesso vincono premi internazionali. Tra le varietà bianche, la Soultanina matura a fine luglio-agosto e produce un ottimo vino da tavola. C'è un'ampia scelta di cantine da visitare, quindi prenditi il tuo tempo e goditi ogni minuto.

Esplora i percorsi vinicoli di Nemea

Nemea viniculture and winemaking has centuries-long tradition

Argolide

Nauplia, Antica Epidauro, Micene, Porto Heli, Ermioni

Cosa mangiare a Argolide: I prodotti locali

Abbastanza vicina per una gita di un giorno da Atene (ma con molte opzioni che giustificano un soggiorno più lungo), l'Argolide (o Argolis) è piena di aranceti e uliveti (tra cui l'olio d'oliva DOP di Kranidi e damaschini giganti, che si traducono come 'olive prugne'). A seconda della stagione, potrai trovare anche melograni DOP di Ermioni, meloni di Argo e carciofi di Iria. Albicocche, ciliegie selvatiche, prugne, cocomeri, castagne, limoni, mandarini, melanzane, mele e pergamon ... tutti vengono consumati freschi o trasformati in dolci al cucchiaio o marmellate. 

I prodotti lattiero-caseari includono la feta DOP di Argos e la myzithra, oltre a formaggi inventivi come la graviera con cardamomo, dittania, aneto o pomodori secchi. Anche il burro locale è eccellente. L'Argolide è anche famosa per i suoi prodotti di pasta, tra cui i gogges (farina e acqua trasformati in pasta e arrotolati in tubi prima di essere tagliati e modellati con il pollice) e gli hylopites, così come il timo e il miele di fiori. Troverai anche molto pesce fresco nelle taverne della costa.

Cosa mangiare a Argolida: I piatti locali

Sempre popolari in Argolide sono l'agnello bogana (cucinato in una pentola di terracotta con patate, pomodori ed erbe), la giosa (capra matura, cotta delicatamente fino a che non si stacca dall'osso e servita in pergamena da forno) e - forse il piatto locale più ordinato in tutto il Peloponneso - la gourounopoula (maiale arrosto). I gogges sono saltati in olio d'oliva o burro e cosparsi di abbondante formaggio myzithra... semplice ma delizioso. E la varietà di modi in cui il carciofo è servito è mozzafiato: crudo, bollito, arrostito, ripieno di carne o verdure, o fatto in zuppe, torte o conservato come marmellata. È interessante anche il gelato locale fatto con latte di capra.

Cosa bere a Argolida: I vini e gli alcolici locali

Il modo migliore per essere introdotti ai liquori di ouzo, tsipouro e mastiha della regione è quello di visitare una distilleria, dove troverai il processo di distillazione in alambicchi di rame praticamente immutato dal passato. Per quanto riguarda le cantine, potrai trovare rossi fatti da uve Agiorgitiko e Moschofilero e bianchi da Assyrtiko e Malagouzia. Altre varietà includono Roditis, Alepou e Moschofilero, così come il Mavrostifo di Argos, una varietà precedentemente quasi estinta che produce rossi dolci. 

Arcadia

Tripoli, i villaggi dell'Arcadia montana (Dimitsana, Stemnitsa, Vytina ecc), il fiume Lousios

Cosa mangiare a Arcadia: I prodotti locali

L’Arcadia è una delle mete preferite dagli ateniesi, soprattutto i villaggi sotto il monte Menalon. In termini di prodotti locali, le mele DOP prodotte vicino a Tripoli sono conosciute come Delicious Pilafa per una buona ragione. E altrettanto famose sono le ciliegie e le amarene di Makri, le patate dorate della piana di Tegea, le melanzane tsakoniki di Leonidio e le castagne di Skyridas (così dolci e tenere che si possono mangiare crude). La feta DOP, la pasta di Vytina e il formaggio graviera di Tripoli sono anche popolari, così come il miele di abete dalle arnie sulle pendici del monte Menalon.

Cosa mangiare a Arcadia: I piatti locali

Il cibo rustico e di montagna ha la precedenza, soprattutto la gourounopoula e l'agnello e la capra cucinati nel tipico stile arcadico (per esempio con riso, yogurt o carciofi al forno). Il lagoto è una ricetta tradizionale che si trova in tutta la regione (soprattutto nei villaggi di montagna), con carne di maiale, olio d'oliva, pomodoro, aglio, noci schiacciate e pangrattato. Altre specialità locali sono le kagianas, melanzane al forno (tsakonikes melitzanes) con feta, pasto di maiale, galletto cotto lentamente con pasta spessa o hylopites, bazina (trahanas dolci con burro e formaggio myzithra) e tsigarista fritta con salsa rossa. Per qualcosa di dolce, prova il galaktoboureko (una torta di crema), la galatopita (torta di latte) e la moustalevria (mosto d'uva).

Cosa bere a Arcadia: I vini locali

La produzione di vino in Arcadia si concentra nella zona della DOP Mantinia, sui piani e sulle colline del monte Menalon a ovest e del monte Parnonas a est. Il Moschofilero rappresenta l'85% delle uve e la combinazione di clima continentale e terreno argilloso fa in modo che la vendemmia arriva tardi, in ottobre. L'attesa vale la pena, con bianchi secchi che sono aromatici e vivaci al palato. Altre uve prodotte nella regione includono l'Assyrtiko e i preferiti europei come lo Chardonnay, il Cabernet Sauvignon e il Merlot.

Acaia

Patrasso, Kalavryta, Planitero, foresta di Strofilias

Cosa mangiare a Acaia: I prodotti locali

I punti di forza gastronomici del Peloponneso sono fortemente presenti in Acaia, che comprende Patrasso, la terza città più grande della Grecia. Gli ulivi Koutsourelia (conosciuti anche come patrini) dominano il paesaggio e l'uva passa di Corinto (Vostitsa DOP) viene coltivata in Aigialia. La cucina tradizionale si basa sulla carne locale e sul pesce fresco, sulla pasta fatta a mano (soprattutto gli hylopites) e, naturalmente, sull'olio extravergine d'oliva. E tutte le pecore e le capre che vedrai nelle campagne sono all'origine degli eccellenti prodotti lattiero-caseari - yogurt e formaggi (formaela, anthotyro, graviera, kefalotyri ... e per finire, la feta DOP di Kalavryta, che matura per 2-3 mesi in botti di faggio). Per finire il pasto, potreste ricevere il rodozahari (un dolce al cucchiaio profumato alla rosa), specialmente se state visitando Aigio.

Cosa mangiare a Acaia: I piatti locali

Se sei un appassionato di carne, ecco una sorpresa. La carne a cottura lenta è la regina qui - specialmente l'agnello e la capra cucinati in una gastra (una stufa coperta) o riganato (stufato con origano), stufato di coniglio o manzo youvetsi (con orzo). Altri piatti preferiti sono le kagianas e, se cerchi pesce e frutti di mare, acciughe, sardine, orate e altri pesci freschi dei villaggi di pescatori cattureranno la tua attenzione. A Planitero, la trota viene procurata dai vicini allevamenti di pesce e servita alla griglia, con verdure e mandorle. Nel frattempo, le acciughe marinate in olio d'oliva ad Alykes sono considerate impareggiabili.

Cosa bere a Acaia: I vini e gli alcolici locali

L'Acaia è una delle più grandi zone viticole della Grecia in termini di volume e comprende la regione dolcemente ondulata di Aigialia (protetta dal Golfo di Corinto) e i vigneti di Patrasso, leggermente più bassi a 450-500 metri. Entrambi sono adatti alla coltivazione dell'uva Roditis, che matura prima vicino a Patrasso (DOP) per produrre bianchi più corposi. I vigneti ancora più vicini a Patrasso producono Mavrodafni (un popolare vino da dessert) e uva Moscato. Nel frattempo, il Tentoura è un liquore locale che risale al XV secolo, basato su una ricetta italiana che include cannella, chiodi di garofano e noce moscata.

Achaia is one of Greece’s largest viticulture zones in terms of volume Achaia is one of Greece’s largest viticulture zones in terms of volume - photo By Περιφέρεια Δυτικής Ελλάδας

Ilia

Antica Olimpia, porto di Katakolo, spiaggia di Loutra Killinis, Kourouta, lago Kaiafa (e spiaggia), Andritsaina, cascate di Neda, foresta di Foloi

Cosa mangiare a Ilia: I prodotti locali

L’Ilia è una delle regioni più produttive della Grecia, con terreni agricoli dedicati alle olive, ai cereali e agli ortaggi e una sana industria della pesca e dell'allevamento. L'olio extravergine d'oliva è uno dei meno acidi della Grecia e la produzione di agrumi (arance, mandarini e limoni) qui supera le 65.000 tonnellate all'anno. È anche il più grande produttore di cocomeri in Grecia e i prodotti lattiero-caseari includono l'anthotyro (un formaggio bianco a basso contenuto di grassi), lo yogurt e un budino di riso unico. I frutti di mare sono fantastici (i 130 km di costa aiutano ma ci sono anche le trote del lago Pinios) così come i prodotti di pasta, tra cui tagliatelle, papardelles, cochylaki e kritharaki). Una menzione speciale va al miele di abete e alle fragole, considerate le migliori della Grecia.

Fresh home made tagliatelle Fresh home made tagliatelle

Cosa mangiare a Ilia: I piatti locali

Cerca l'hondromenoudelo (vermicelli grossolani), con olio, cipolla saltata e pomodoro grattugiato, cotti a fuoco lento e serviti con pepe appena macinato e feta) e il tabakali (un pasto con fagioli e zucchine cotti). Kagianas e tsigarida (carne di maiale stagionata con uova e pomodori) sono anche tra i preferiti, così come lo stroto (la versione locale del baklava), servito alle feste e ai matrimoni - anche se non c'è bisogno di questa scusa per provarlo.

Cosa bere a Ilia: I vini e gli alcolici locali

Le migliaia di acri di terreno agricolo dell'Ilia si estendono ai vigneti, dove i vitigni europei e greci (come Roditis e Mavrodafni) sono coltivati in grandi quantità. L'esperienza ideale è quella di abbinare un itinerario delle cantine a una visita all'antica Olimpia o a una delle spiagge della Riviera Olimpica. Nella regione si trovano anche distillerie che producono liquori come l'ouzo e lo tsipouro

Scopri di più sul Peloponneso nel nostro viaggio di 10 giorni

Domande frequenti sul Peloponneso, Grecia

  • Per quale cibo è noto il Peloponneso?

I prodotti locali del Peloponneso sono famosi in tutta la Grecia. Circa il 65% in volume dell'olio d'oliva del paese proviene dai suoi ulivi, e i suoi frutteti sono tra i più produttivi - dagli agrumi, angurie e fragole ai fichi d'India e carciofi. È anche una delle regioni vinicole più importanti della Grecia, con vigneti in ogni regione. La Valle di Nemea (specializzata nell'uva rossa Agiorgitiko) è una famosa regione vinicola.

  • Per cosa è più famoso il Peloponneso?

Il Peloponneso è dominato da un interno montuoso e collinoso (compresa la stazione sciistica di Kalavryta) e ha una costa estesa, con alcune delle spiagge più iconiche della Grecia (per esempio Voidokilia ed Elafonisos),che lo rendono una destinazione di vacanza popolare tutto l'anno. Ha giocato un ruolo importante nella rivolta della Grecia contro gli Ottomani e contiene numerosi siti antichi di fama mondiale (come l'antica Olimpia, Micene ed Epidauro). È anche il luogo di numerosi miti classici, come le 12 imprese di Ercole.

  • Qual è il modo migliore per visitare il Peloponneso?

Il Peloponneso ha una buona rete stradale da Atene a destinazioni chiave come Corinto (83 km), Patrasso (210 km), Kalamata (239 km), Antica Olimpia (300 km), Nauplia (139 km) e Sparta (213 km). Le strade per le destinazioni più piccole all'interno o attraverso l'interno possono essere collinari e ventose. C'è un piccolo aeroporto internazionale a Kalamata, un porto di traghetti a Patrasso e un terminal di crociere a Katakolo. C'è anche una linea ferroviaria da Atene a Patrasso. Tuttavia, la maggior parte della gente del posto guida o prende l'autobus pubblico (KTEL), raggiungendo tutte le destinazioni principali.


 

Sponsored by Coca-Cola
Done
Done
Done
Done
Accommodation

Abeliona Retreat

Peloponneso

Very often in today's world, we feel like leaving everything behind and escaping the ordinary, allowing time for our body and mind to relax and...

Official online rates

Accommodation

Paraliako Hotel Kyparissi

Peloponneso

Hotel Paraliako would like to offer you a warm welcome in the coast of Myrtoan sea surrounding by mountain Parnonas, to the famo...

Official online rates

Read Also

Here is a selection of stories you may also like
Noctua beer

Una guida ai migliori birrifici e microbirrifici greci per rinfrescare la tua vacanza

Hiking Balos trail

Le 8 avventure all'aperto più popolari in Grecia

Sunset in Serifos

Le 12 destinazioni più romantiche della Grecia

Caldera view in Santorini

12 Fantastiche mete in Grecia dovrai vederle per crederci

Adventure teams doing rafting on the cold waters of the Voidomatis

Rafting e Canyoning: Pestinazioni popolari in Grecia

Wooden bridges criss-cross the 10km Epineas path along the densely-forested valley

Trekking in Grecia: percorsi popolari

Must-try local products of Syros

Guida ai distillati greci: Tutto quello che c'è da sapere sullo tsipouro

When in Telendos, you must visit the family-owned tavernas where a fresh catch of seafood comes in every morning

Guida agli alcolici greci: Tutto quello che c'è da sapere

Resina su un albero di mastice, Chios

Guida ai distillati greci: Tutto quello che c'è da sapere sul liquore mastiha

Noctua beer

Una guida ai migliori birrifici e microbirrifici greci per rinfrescare la tua vacanza

Take a long afternoon stroll in Hora

10 cose migliori da fare sull'isola di Kythnos