Delve into the culture of Corinth, from canal-level to hillside fortress
COVER STORY

Scopri i 10 migliori siti culturali del Peloponneso

Sponsored by Region of Peloponnese
READING TIME
Tutto il tempo necessario per bere un caffè Greco

Se ami immergerti nella storia di un nuovo luogo, vi aspetta una sorpresa. Potresti fare una lista di siti archeologici nel Peloponneso senza riuscire a spuntarli tutti. Quindi abbiamo raccolto i punti salienti per aiutarti a scegliere, compresi alcuni dei principali siti culturali della Grecia. Esploriamo il luogo di nascita dei giochi olimpici, gli insediamenti della tarda età del bronzo, le famose città castello medievali e gli antichi teatri che ancora risuonano con il suono degli applausi. Cinque sono siti del patrimonio mondiale dell'UNESCO (su 18 in Grecia) e, ovunque andiamo, cerchiamo le pepite che solo una guida locale potrebbe rivelare.

Antica Epidauro 

Visita il centro di guarigione olistica del mondo antico 

È difficile sapere da dove iniziare quando si tratta dei migliori siti culturali del Peloponneso. Allora che ne dici di tentarti con uno dei teatri antichi meglio conservati al mondo? Il Teatro dell'Antica Epidauro continua a intrattenere gli spettatori (proprio come quando fu costruito nel IV secolo a.C.) come uno dei luoghi principali dell'annuale Athens & Epidaurus Festival. Quello che è meno probabile che tu sappia è che il teatro era solo una parte di un centro di cura dedicato ad Asclepio (il dio della medicina). La gente veniva da tutta la Grecia (e oltre) per l'esperienza curativa di Epidauro che mescolava medicina, rituali religiosi, sport e teatro - un trattamento completo e olistico di corpo, mente e anima. Un ultimo consiglio è quello di testare l'acustica del teatro antico. Rimarrai stupito. 

  • Peloponneso nord-orientale, 27 km (30 minuti in auto) da Nafplio
  • Patrimonio mondiale dell'UNESCO

Fai un tour dell'antica Epidauro  

Antica Olimpia

Completa un rito di passaggio nella sede delle antiche Olimpiadi

È sorprendente pensare che più di 2.500 anni dopo che gli antichi giochi olimpici si svolgevano ogni quattro anni proprio in questo sito, noi tifiamo ancora i migliori atleti del mondo nell'evento che continua a portare il suo nome. In questo modo, la storia dell'antica Olimpia è centrale nella storia della Grecia. Molto è cambiato da allora (gli atleti indossano vestiti, per cominciare, e le donne possono gareggiare), ma l'onore di essere incoronati con una corona d'ulivo è grande come sempre e la fiamma olimpica è ancora accesa qui nel modo tradizionale prima di ogni gioco. Puoi allinearti sulla pista da corsa come un antico olimpionico e imparerai che il santuario aveva anche un enorme significato religioso, con templi e altari sacrificali dedicati a Zeus e Hera. Una volta qui si trovava una statua d'avorio e d'oro di 12,4 metri di Zeus, una delle 7 meraviglie del mondo antico. Troverai i resti di palestre e altre strutture sportive. E la tua esperienza si completa al Museo della Storia dei Giochi Olimpici dell'Antichità, che raccoglie molti manufatti e rivela di più sulla storia delle Olimpiadi. L'antica Olimpia è senza dubbio uno dei siti archeologici più iconici del Peloponneso.

  • Peloponneso occidentale, 300km (3h40min da Atene)
  • Patrimonio mondiale dell'UNESCO

Senti lo spirito dell'Antica Olimpia

Micene e Tirinto 

Senti il peso della storia nella Città d'Oro

Viaggiando ora nelle profondità della storia europea, ci dirigiamo verso l'insediamento di Micene (1250 a.C.) della tarda età del bronzo, casa del leggendario eroe della guerra di Troia, il re Agamennone. Conosciuta come la città d'oro, è uno dei siti culturali più memorabili del Peloponneso. Entrando nella cittadella di Micene attraverso la Porta dei Leoni (sopra di te, due leonesse scolpite in pietra osservano ogni tua mossa), rimarrai stupito dalle dimensioni delle Mura Ciclopiche - così chiamate perché potrebbero essere state costruite solo dai mitici giganti con un occhio solo della mitologia greca. Il monumento più famoso qui è la Tomba di Clitennestra, una delle tombe a tholos più impressionanti di Micene. Con mura ciclopiche ancora più alte (come scritto da Omero, nientemeno), Tirinto è una gemma antica meno conosciuta a 20 minuti di strada. Raggiunse il suo apice nel 1400-1200 a.C. quando fu uno dei centri più importanti della cultura micenea, con un'architettura sontuosa caratteristica dell'epoca.  

  • Peloponneso orientale, 23km (25min) da Nafplio
  • Patrimonio mondiale dell'UNESCO

Mystras  

Scopri l'aura mistica di Mystras bizantina 

La cultura nel Peloponneso va ben oltre le glorie dell'antichità. I resti della fortezza di Mystras sono tra le più grandi eredità bizantine della Grecia, risalenti al 1249. Sotto la dinastia Palaiologos nel XIV e XV secolo Mystras era una delle sedi più importanti dell'impero bizantino fuori da Costantinopoli, poi occupata dai veneziani e dagli ottomani. Molti dei palazzi, delle chiese (con affreschi) e degli altri edifici sparsi in tre sezioni interconnesse della città sono dei primi anni, e gli unici abitanti di oggi sono le suore del Convento di Pantanassa. Più di tutto, ricorderai la vista degli aranceti e degli uliveti della valle della Laconia e la stessa aura che ispirò lo studioso dell'epoca tardo bizantina Gemisto Pleto a fondare qui una scuola di filosofia umanistica intorno al 1410, insegnando le opere di (tra gli altri) Platone e Pitagora. E un bonus per gli amanti della natura: Il sentiero escursionistico paneuropeo E4 attraversa questa parte del Peloponneso sulle pendici del monte Taygetos.

  • Peloponneso sudoccidentale, 5km (8min) da Sparta
  • Patrimonio mondiale dell'UNESCO

Tempio di Apollo Epicuro    

Esplora una meraviglia architettonica a Bassae

Il primo tempio greco antico ad essere dichiarato patrimonio mondiale dell'UNESCO (nel 1986), il Tempio di Apollo Epicurio ha un design archeologico unico. È l'unico tempio greco che presenta tre ordini architettonici: dorico, ionico e corinzio. Dobbiamo ringraziare Ictinus (uno degli architetti del Partenone nell' Acropoli di Atene) per il tempio del V secolo a.C., che era così ammirato nell'antichità, anche per la sua posizione a 1.131 m sulle pendici del monte Kotilion. Fa parte di Bassae (che significa 'piccola valle nelle rocce'), uno dei più importanti siti archeologici del Peloponneso. Lo storico Pausania considerò il tempio uno dei più impressionanti della Grecia quando lo visitò. Porta qualcosa per un picnic. Lo scenario collinare è magico.

  • Peloponneso occidentale, 67 km (1 ora e 20 minuti) dall' antica Olimpia
  • Patrimonio mondiale dell'UNESCO
Temple of Apollo Epicurius

Antica Messenee

Segui le orme di Pausania in un sito archeologico completo

Fino a quando questa valle lussureggiante è stata scavata alla fine degli anni '80, avevamo solo gli scritti dello storico Pausania (che l'ha visitata nel 155-160 d.C.) per andare avanti come principale riferimento all'antica Messene. Ora possiamo vedere con i nostri occhi ciò che egli ha visto della città, che era al suo apice nel IV secolo a.C. quando finì il dominio spartano. Il fatto che nessuna città successiva sia stata costruita sui suoi resti significa che ora possiamo godere di uno dei siti archeologici più completi della Grecia, tra cui un teatro da 10.000 posti, uno stadio, un ginnasio, porte, templi ed edifici progettati in una pianta ippodamea (griglia). Le mura che si vedono verso il Monte Ithome erano originariamente lunghe 9 km.

  • Peloponneso meridionale, 32 km (40min) da Kalamata

Fai un tour dell'antica Messene

Monemvasia

Fatti trattare come un re nella città dei re e dei cavalieri

Si viene trasportati in un altro tempo (e in un'altra parte del patrimonio greco) nel momento in cui si mette piede in questa straordinaria città castello medievale all'estremità del Peloponneso. Ci si aspetta quasi che passi un cavaliere a cavallo, data l'aura bizantina delle mura di pietra e dei vicoli a volta. Esplorare la città bassa e il castello - con strade di ciottoli che inaspettatamente ti regalano una vista sul mare - è uno dei piaceri speciali della vita. Infatti, c'è stato un tempo, nel Medioevo, in cui il vino dolce Malvasia di Monemvasia era una delle esportazioni più pregiate in Europa, presente sulle tavole di re e cavalieri. Ora puoi goderti un bicchiere serale dello stesso vino (oggi con lo status di DOP) dalla posizione privilegiata del tuo tavolo della taverna mentre la pietra intorno a te si colora del colore del sole al tramonto.

Esplora la città castello dove le favole diventano realtà

I castelli della Messenia

Andare a caccia di castelli a Koroni, Methoni e Pylos

Castelli in Grecia? Fareste meglio a crederci. Dobbiamo ringraziare i Franchi e i Veneziani per la maggior parte dei castelli sparsi per la Grecia continentale e le isole, ma il Peloponneso porta l'eredità dei castelli del paese a un altro livello. In tre semplici passi nella Messenia occidentale (si trovano a 41 km l'uno dall'altro), puoi saltare tra alcune delle più belle fortificazioni del XIII-XVII secolo. Arrivando a Koroni, capirai il significato difensivo di questa città-castello e la sua importanza per le navi mercantili dirette a est. Ci sono ancora alcuni abitanti all'interno della cittadella, tra cui le suore del monastero di Timios Prodromos. Nel frattempo, il castello di Methoni è tra i più impressionanti della Grecia, specialmente l'ottagonale Bourtzi, quasi circondato dal mare. All'interno del complesso di nove ettari ci sono bagni ottomani. Infine, a Pylos, Neokastro (Nuovo Castello) è una fortezza ottomana incredibilmente conservata che ha giocato un ruolo chiave nella battaglia di Navarino del 1827 (l'ultima grande battaglia navale combattuta esclusivamente con navi a vela). Ci sono taverne e luoghi di balneazione in o vicino a tutte e tre le città castello, ma una spiaggia che semplicemente non si può ignorare è la Voidokilia a forma di ferro di cavallo (vicino a Pylos). Sopra di voi c'è - cos'altro! - il Paleokastro franco (vecchio castello).

  • Sud-ovest, 51-62km (1h-1h15min) da Kalamata

Antica Corinto e Acrocorinto

Immergiti nella cultura di Corinto, dal livello del canale alla fortezza sulla collina

A pochi chilometri dal canale di Corinto (che segna il tuo ingresso nella Grecia meridionale), l'antica Corinto potrebbe essere la tua prima tappa culturale nel Peloponneso. La città risale al periodo neolitico e competeva con le altre città-stato greche (è a metà strada tra Atene e Sparta). Mentre esplori il Tempio di Apollo (così come i monumenti e le reliquie successive come il Foro Romano, le fontane, i portici, i bagni e le latrine) considera che 90.000 persone vivevano qui nel 400 a.C. e che i Giochi Istmici competevano con i Giochi Olimpici per importanza. Alcuni secoli dopo, anche l'apostolo Paolo visse e predicò a Corinto. Circa 3 km a sud, Acrocorinto (Corinto superiore) è una delle fortezze più impressionanti della Grecia, che mescola elementi architettonici dell'epoca micenea, classica, bizantina e medievale. Serviva come ultima linea di difesa tra il Peloponneso e l'istmo che lo separava dalla terraferma. Arroccato su una collina, con viste epiche sul mare e sull'entroterra, capirai perché è rimasto strategicamente importante per secoli, con molte delle attuali mura che risalgono all'epoca veneziana.

  • Peloponneso settentrionale, 7 km (12 minuti) da Corinto
Acrocorinth (Upper Corinth) is one of Greece’s most impressive fortresses

Antica Nemea

Ricrea lo spirito di Ercole nella terra del vino rosso

Proprio lungo la strada da Corinto, l'antica Nemea era una volta conosciuta come Iraklion perché fu da queste parti che Ercole compì la prima (e più conosciuta) delle sue 12 fatiche, uccidendo il leone che terrorizzava la campagna di Nemea. Combinando coraggio e astuzia, Ercole raggiunse il suo obiettivo (a mani nude) e, per festeggiare, istituì i Giochi di Nemea (un altro per rivaleggiare con i Giochi Olimpici), che si tenevano nello stesso stadio da 40.000 posti all'interno del sito archeologico. Come a Olimpia, l'evento si svolgeva in onore di Zeus, e il Tempio di Zeus Nemeo (del IV secolo a.C.) fu costruito accanto alla pista da corsa. Il premio per gli atleti vincitori qui era una corona di foglie di sedano. Troverai informazioni sull'antica Nemea nel Museo Archeologico in loco, che contiene manufatti tra cui il Tesoro di Aidonia, una collezione di oro miceneo. E se vuoi concludere la tua esperienza in grande stile, vai a degustare il vino in uno dei tanti vigneti di Nemea, dove imparerai tutto sui famosi rossi della regione - un dono del dio.

  • Peloponneso settentrionale, 30 km (27 minuti) da Corinto

Inizia a pianificare le tue mitiche vacanze nel Peloponneso

Ecco qua... la nostra top 10 dei siti culturali del Peloponneso. La verità è che questo è solo l'inizio di ciò che il Peloponneso offre in fatto di cultura. Quindi, più cerchi, più ne troverai. Ma se ti abbiamo tentato, abbiamo un grande itinerario di viaggio su strada per te.

Fai un viaggio di 10 giorni nel Peloponneso 

Read Also

Here is a selection of stories you may also like
Noctua beer

Una guida ai migliori birrifici e microbirrifici greci per rinfrescare la tua vacanza

Hiking Balos trail

Le 8 avventure all'aperto più popolari in Grecia

Sunset in Serifos

Le 12 destinazioni più romantiche della Grecia

Caldera view in Santorini

12 Fantastiche mete in Grecia dovrai vederle per crederci

Wooden bridges criss-cross the 10km Epineas path along the densely-forested valley

Trekking in Grecia: percorsi popolari

When in Telendos, you must visit the family-owned tavernas where a fresh catch of seafood comes in every morning

Guida agli alcolici greci: Tutto quello che c'è da sapere

Take a long afternoon stroll in Hora

10 cose migliori da fare sull'isola di Kythnos