Thassos’ marble sculpting tradition dates to the 7th century BC
COVER STORY

Guida culturale di Taso: Artigianato tradizionale e prodotti locali

If there’s one material for which Thassos is known internationally, it’s marble
READING TIME
Tutto il tempo necessario per bere un caffè Greco

Ci sono tanti motivi per innamorarsi di Taso. L'acqua turchese e le spiagge esotiche sono gli ingredienti perfetti per una vacanza da sogno su un'isola greca... ma anche i villaggi di montagna e il verde dell'interno montuoso. E se vuoi davvero conoscere l'isola più settentrionale della Grecia (a breve distanza in auto e in traghetto dalla città di Kavala), è giunto il momento di conoscere i prodotti locali e l'artigianato tradizionale di Taso. Potrai incontrare le persone che stanno dietro a questi mestieri, aiutandoti a creare un legame ancora più stretto con l'isola. Ceramica, tessitura, lavorazione del marmo, olio d'oliva e miele... conoscere i loro segreti è una delle cose migliori da fare durante le tue vacanze a Taso.

ARTIGIANATO LOCALE DI TASO

Ceramiche e vasellame

Ci sono così tante linee ininterrotte di creatività e abilità che collegano il mondo greco antico con quello odierno e il primo dei mestieri a Taso è uno degli esempi più comuni ma spesso trascurati. La ceramica e il vasellame erano una parte vitale della vita quotidiana nel mondo antico, con brocche di argilla, vasi, anfore, votivi (doni per gli dei), giocattoli e altri oggetti portati alla luce a decine nei siti di scavo dell'isola.

Ne sarai testimoni a Limenas, a partire dal Museo Archeologico di Taso, attraverso reperti risalenti al VII secolo a.C.. Visitando il museo, vedrai l'evoluzione delle opere d'arte sulle ceramiche antiche, da strisce, spirali e linee a raffigurazioni di fiori, foglie e animali e, naturalmente, persone in momenti di vita come scene di battaglia, matrimonio, nascita e morte. 

Taking part in a traditional ceramics workshop in Thassos The workshop of Costis Chrisogelos in Limenas

La nuova conoscenza ti prepara perfettamente per il tuo viaggio nell'artigianato a Taso, che prosegue a pochi passi dal porto, presso la ceramica di Costis, il laboratorio di Costis Chrisogelos (conosciuto da tutti come Kyrios Costis o Mr Costis). Il suo negozio è uno dei luoghi più Instagrammabili di Limenas e potreste anche trovarlo al suo tornio a pedale, proprio come avreste trovato suo nonno nel 1908, dopo essersi unito ai vasai dell'isola di Sifnos per trasferirsi a Taso.

In passato, circa due dozzine di persone erano impiegate nel laboratorio, portando la terra, producendo l'argilla, modellando, smaltando, cuocendo e trasportando i prodotti (per lo più oggetti funzionali come ciotole per il pane, vasi per le olive e piatti) sulle barche per l'esportazione. Oggi gli oggetti sono più delicati e dettagliati. Alcuni sono ancora prodotti su una piattaforma girevole a pedale e altri su una ruota elettrica, ma tutti sono smaltati e cotti due volte in un forno con l'amore e l'attenzione di un tempo. Compra qualcosa per ricordare la tua nuova conoscenza (tazze, candelabri, piatti, vasi, ecc. con disegni deliziosi). E una volta terminato, puoi intraprendere il percorso circolare di 3,5 km che parte dal Porto Vecchio e che ti porta davanti all'antica Acropoli e al Teatro della città, al Tempio di Atena e al Santuario di Panas e ad altri siti, immaginando tutti i manufatti in ceramica portati alla luce lì.

The view from the Costis Pottery workshop in Thassos

Tessitura e ricamo

Un altro mestiere antico che si è intrecciato con la vita quotidiana nel corso dei secoli è la tessitura. La dea Atena (che ha dato il nome ad Atene) era considerata la patrona e la maestra di questo mestiere, mentre Arianna (il cui filo aiutò Teseo a sfuggire alle grinfie del Minotauro che vagava nel labirinto) è raffigurata negli affreschi di Cnosso mentre tesse i costumi delle donne minoiche. Ma fu durante gli anni della Grecia bizantina che la tessitura ebbe un vero e proprio sviluppo, dalle lenzuola e altri oggetti per la casa ai paramenti ornamentali di sacerdoti e imperatori. Soprattutto, si trattava di un'abilità che veniva trasmessa di madre in figlia, poiché i ricami erano un elemento prezioso della dote.

Embroidery was traditionally a skill passed from mother to daughter in Greece Weaving and embroidery craft in Thassos

È possibile conoscere la tradizione locale della tessitura presso la Thasitiko Spiti (Casa dei Tassi), all'interno del Kalogeriko nel porto vecchio di Limenas. Il Kalogeriko è un bell'edificio a due piani del XIX secolo nel porto vecchio, il cui secondo piano è stato trasformato in un museo del folklore, con oggetti esposti da più di 50 famiglie, tra cui costumi locali e altri esempi di oggetti della vita quotidiana (borse, asciugamani per coprire la pasta lievitata, coperture per letti e divani e coperte). 

Il museo ricrea una casa tradizionale di Taso, con camera da letto, cucina e soggiorno, con oggetti ricamati in ogni stanza. Rimarrai colpiti dai colori vivaci (verdi, rossi e gialli) dei ricami creati su un telaio a pedale utilizzando cotone o lana. Noterai come i rigorosi motivi geometrici (stelle, rombi, ecc.) si evolvono in disegni più intricati (fiori, farfalle, ecc.).

The Thasitiko Spiti museum in Thassos’ Old Harbour recreates a 19th-century Thassian house You can learn all about the local weaving tradition at the Thasitiko Spiti

Estrazione del marmo e opere d'arte

Se c'è un materiale per cui Taso è conosciuta a livello internazionale, è il marmo. Il marmo di Taso è famoso per il suo colore bianco come la neve e per la sua purezza, quasi traslucida. Oggi sono attive circa 10 cave di marmo, il che è sorprendente se si considera che, nei pressi dei villaggi di Limenaria e Maries, il marmo veniva estratto qui già in epoca preistorica, il che lo rende uno dei più antichi siti di estrazione del marmo in Europa. 

Hoop earrings made by Thassian Marble

Thassian marble is marvelled for its snow-white colour and purity Thassian marble is marvelled for its snow-white colour and purity

Il periodo di massimo splendore dell'attività estrattiva di Taso fu tra il VII e il VI secolo a.C., quando arrivarono coloni da Paros (un'altra isola con una ricca storia di marmo) per sfruttare le risorse naturali di Taso (tra cui oro e legname). Oltre a fondare cave di marmo, crearono la famosa Scuola di Scultura antica, producendo molte delle statue, dei fregi e delle stele funerarie che si possono ammirare nel Museo Archeologico. Taso divenne un esportatore di marmo, non solo in Grecia ma anche in tutta l'Asia Minore. Se visiti la spiaggia di Alyki, puoi ancora scorgere l'antica cava (ora semisommersa) vicino alla spiaggia. Mentre ti trovi lì, immagina la scena del VII secolo a.C. delle barche nella baia in attesa del loro carico e il complesso meccanismo di carico di corde e carrucole per spostare le lastre di marmo.

Kostas Lovoulos continua questa tradizione nel suo laboratorio all'aperto a Limenaria, che è un tesoro di opere in marmo (se passi di lì, potreste avere la fortuna di trovarlo mentre trasforma la pietra in straordinarie opere d'arte). E se visita il villaggio di Theologos, nel cuore di Taso, troverai Ladis Marble Art e il laboratorio di Stavros Ladis, che crea eleganti braccialetti, medaglioni, orecchini e altri gioielli in marmo. È anche una buona scusa per fare una passeggiata a Theologos (capitale di Taso in epoca ottomana) ed esplorare le pendici del monte Ipsarion.

Per concludere il tour del marmo a Taso, il Museo Polygnotou Vagis nella piazza principale di Potamia (in un edificio a due piani che un tempo era una scuola elementare) è dedicato alla vita e all'opera del famoso scultore. Figlio di un falegname, Vagis nacque nel villaggio e si trasferì in America nel 1911, dove ebbe una carriera di successo come pittore e scultore. Il museo espone 98 opere di scultura e 15 dipinti del periodo 1920-1960.  

PRODOTTI LOCALI DI TASO

Olive e olio d'oliva

Passando ai prodotti locali, c'è un'altra esportazione per cui Taso è rinomata... l'oliva throuba, un'oliva di media grandezza e di alta qualità da cui si ricava un eccellente olio extravergine di oliva a bassa acidità, con grandi quantità di antiossidanti e un ottimo colore, aroma e sapore. 

L'olio d'oliva locale accompagnerà ogni tuo pasto a Taso e puoi prenderne una bottiglia da portare a casa nei negozi di tutta l'isola. Ma per saperne di più sul famoso prodotto di Taso e per capire davvero il rapporto dell'isola con questo frutto antico, visita il frantoio Sotirelis a Panagia. Fondato nel 1915, era ancora in funzione nel 2007, dopodiché è stato trasformato in un museo funzionante

Assisterai al processo di estrazione alimentato da un mulino ad acqua e che non utilizza trattamenti chimici... solo estrazione a freddo con mulini in pietra che macinano le olive in una pasta a temperature che non superano mai i 27°C (garantendo la conservazione degli oli essenziali). Dopo la macinazione, la pasta di olive viene trasferita in malaxer (dove i succhi vengono lentamente mescolati) e poi in separatori (dove la forza centrifuga separa l'olio di oliva dall'acqua vegetale). Non vedrai mai più l'olio d'oliva allo stesso modo.

Il miele locale

La parte finale del tour dell'artigianato e dei prodotti locali a Taso consiste nel conoscere la tradizione più dolce dell'isola. Il miele è un prodotto antico a Taso come l'olio d'oliva e il marmo, e un tempo era l'unico modo per addolcire i cibi. Ci sono molti piccoli produttori di miele che sono membri attivi della Cooperativa Apistica di Taso e troverai vasetti di miele in vendita nelle bancarelle lungo le strade e nei negozi. Ma uno dei posti migliori per conoscere la produzione di miele a Taso è il negozio di miele Koutlis a Potamia. 

È un'azienda a conduzione familiare di terza generazione e non c'è nulla che non sappia sul miele. Il segreto del gusto del miele che producono (oltre al fatto che è totalmente biologico) è la vegetazione di cui si nutrono le api, con miele di pino e fiori, miele di fiori d'arancio, miele di timo, miele di castagno, miele di bosco e di quercia, miele di erica e altro ancora. E se vuoi davvero approfondire i prodotti degli apiari della famiglia Koutlis, puoi acquistare polline fresco, pappa reale, propoli (una miscela resinosa naturale prodotta dalle api da miele nota per le sue proprietà terapeutiche) e balsamo di cera d'api per la pelle.

L'artigianato tradizionale e i prodotti locali di Taso

Spiagge, villaggi e ora un ricco patrimonio di artigianato e prodotti locali... i motivi per visitare Taso continuano ad arrivare. Cosa c'è nella tua lista di cose da fare durante le vacanze a Taso?

Scopri subito Taso e Kavala

Stay connected with Greece

Bleecker bag Alphabet blue

Bleecker bag Alphabet blue

25€
Hoop earrings

Thassos Marble hoop earrings

200€
Marble beach, Thassos

10 delle migliori spiagge di Taso

Fine white sand and shallow water greet you at Fanaraki beach in Lemnos

10 delle migliori spiagge di Lemnos

Keramoti beach near Kavala is also known as Ammoglossa (or sand tongue)

8 delle migliori spiagge vicino a Kavala

Admiring the view from Seychelles beach in Ikaria

10 delle migliori spiagge di Ikaria

Oia in Santorini

In giro per la Grecia in traghetto nell'era Covid-19

5 motivi per i quali non potrai perdere Kavala

10 cose indimenticabili da fare a Lemnos

10 delle migliori spiagge di Citera

Athenians take every opportunity to max out on outdoor time

8 migliori idee per le vacanze primaverili e autunnali ad Atene

Skala Eressou is one of the most popular seaside settlements in Lesvos

12 delle migliori spiagge di Lesbo

The amphitheatrically built Old Town of Skopelos

9 delle migliori cose da fare a Skopelos, l'isola Mamma Mia della Grecia