METEORA

VIAGGIO IN UNA TERRA SACRA

Il cielo e le scogliere di Meteora

Pilastri di roccia scolpiti da fiumi preistorici e coronati da monasteri famosi in tutto il mondo, un monumenti alla forza della fede.


Meteora significa “sospeso nello spazio”. Dinnanzi a queste rocce verticali e dall’altezza imponente non potrai che rimanere a bocca aperta. Tuttavia, non saranno soltanto questi miracoli della geologia a sorprenderti, ma anche i monasteri sospesi sulle loro cime. Come furono realizzati? I monaci che li costruirono erano dei veri e propri scalatori che con l’ausilio di funi, reti o a mani nude trasportarono fino alla vetta di queste torri naturali il materiale necessario alla costruzione degli edifici. 

Oggi scalatori di tutto il mondo si recano a Meteora per sfidare le sue rocce giganti. L’Unesco l’ha dichiarata patrimonio dell’umanità, lo Stato greco invece “luogo sacro, inviolato e immutabile”. Visita Meteora e cerca anche tu di trovare le parole giuste per descrivere questa incredibile meraviglia del mondo!

Cosa fare a Meteora


Rocce giganti e umili eremiti
In Tessaglia c’è un’ammaliante foresta di monoliti che si innalzano nella valle pianeggiante a nord di Kalambaka e a sud del Pindo. Il monachesimo qui ebbe inizio nell’XI secolo, quando i primi monaci cominciarono ad arrivare in Tessaglia dal Monte Athos per praticare l’ascetismo nelle grotte di queste immani rocce. Nel XIV secolo il beato Athanasios di Meteora giunse nella zona e fondò la prima comunità monastica nel monastero di Grande Meteoron. Altri monaci lo seguirono da tutta la Grecia, creando negli anni successivi ben venti monasteri.

Monasteri “sospesi”
Al giorno d’oggi sono attivi sei monasteri e conventi restaurati, che accolgono con grande ospitalità i visitatori all’interno della loro eleganti strutture. Sono quelli di Agios Nikolaos Anapafsa, Metamorphosis tou Sotiros (o Megalou Meteorou), Varlaam, Roussanos, Agia Triada ed Agios Stephanos. Tutti gli altri, restaurati o abbandonati, sono oggi vuoti.

Il paradiso degli scalatori
Fin dalla nascita di questi monasteri l’arrampicata fu una necessità e non uno sport. Per raggiungerli non c’è altro modo che affidarsi a corde, reti e mani nude, o in alternativa a lunghe scale traballanti. Oggi la sfida lanciata da queste divine colonne di pietra richiama scalatori provenienti da tutto il mondo, che qui possono godersi i classici percorsi di arrampicata e contare su tutte le misure di precauzione del caso. Agli occhi dei non iniziati, tuttavia, le vette di Meteora, in cima a pareti quasi verticali che si innalzano per ben mezzo chilometro, appaiono inaccessibili anche ai nostri giorni.

Kastraki: un villaggio incastonato fra le rocce
Kastraki è di gran lunga il più bel villaggio della zona. E’ incastonato alla base di una delle rocce giganti di Meteora e accoglie i numerosi scalatori che giungono in questi luoghi per dedicarsi all’arrampicata. Dispone di piccoli alberghi, stanze in affitto e campeggi, ma anche di taverne e negozi. Palio Kastraki (ovvero “Vecchio Kastraki”) è stato dichiarato insediamento tradizionale protetto.

Kalambaka: la porta di accesso alle vette
Kalambaka costituisce la porta d’accesso a Meteora e il principale centro commerciale e turistico della regione. Vanta molti hotel, stanze in affitto e ottimi ristoranti: tutto quello che occorre per una vacanza da sogno! Fa’ una passeggiata a Spotos, la città vecchia oggetto di un brillante restauro. Non scordare di visitare l’unica scuola di falegnameria della Grecia e una fonderia tradizionale dove troverai preziosi oggetti realizzati in rame.


Immagini di Meteora



Perle nascoste di Meteora


Il ponte ad archi di Sarakina
A 8 km da Kalambaka e in direzione di Trikala troverai lo storico borgo di Sarakina. Qui ammirerai uno splendido ponte a sei archi, il più grande del distretto di Trikala e risalente al XVI secolo. Costituisce una delle più importanti attrattive della regione.

La grotto di Theopetra
Appena 4 km fuori da Kalambaka ti attende un’altra sorpresa: un’enorme grotta con un ambiente centrale di circa 500 metri quadrati. Gli scienziati ritengono che la formazione della grotta calcarea di Theopetra (“Pietra divina”) sia avvenuta nel Cretacico, ovvero da 137 a 60 milioni di anni fa, mentre a 50.000 anni fa risalgono le prime tracce di insediamenti.

Escursionismo e mountain bike a Meteora
L’escursionismo a Meteora è rilassante e emozionante allo stesso tempo. Potrai praticarlo anche in gruppo rivolgendoti a una delle molte agenzie turistiche della zona. Un’altra ottima opzione è la mountain bike.


Visit Meteora.travel

Monasteries-on-the-cliff-in-Meteora
Are wondering what to do and how to do it? Find out what Meteora has to offer and enjoy unique experiences from various tours, adventures and activities.
Leggi di più
Visit Meteora logo
Kalambaka, METEORA
T. +30-24320-23820

Natural Museum of Meteora and Mushroom Museum

museum.jpg
Natural History Museum of Meteora and Mushroom Museum is located in the city of Kalambaka, very close to Meteora.Essentially, there are two museums housed in a building of 1100 m2 that host two permanent collections:The first one is about animals and contains approximately 350 species of mammals...
Leggi di più
logo-fb.png
20 Pindou street, 42200, Kalambaka, METEORA
T. 2432024959
Fax: 2432024001