TURISMO RELIGIOSO
IN GRECIA

Guarda il video

Monasteri, chiese, luoghi sacri e percorsi di pellegrinaggio testimoniano le profonde e antichissime radici cristiano-ortodosse della Grecia.


Durante le tue vacanze in Grecia continentale o sulle isole greche, ti accorgerai di come si trovino ovunque simboli di religione e fede: dal Monte Athos e Meteora fino a Patmos e Creta, dall’Egeo fino allo Ionio, dal Peloponneso alla Grecia centrale. Nel corso dei secoli la cristianità ha plasmato in tanti modi diversi il paesaggio ellenico: gli innumerevoli monasteri e le infinite chiese e cappelle sparse ovunque per il Paese sono spesso ricche tanto di sacralità quanto di valore artistico e architettonico.

Per i cristiani ortodossi di tutto il mondo i monasteri della Grecia costituiscono importanti mete di pellegrinaggi e sono al centro di molti viaggi religiosi. Si tratta di luoghi speciali, dalla bellezza autentica e senza tempo, spesso eretti in luoghi meravigliosi in prossimità di templi e santuari antichi. Loro scopo è quello di simboleggiare il tentativo dell’uomo di trascendere la propria dimensione terrena.

Alcuni di essi sono arroccati su aspre pareti a picco su profonde gole, altri presentano un’architettura fortificata e assomigliano a dei castelli. Nei loro katholika (chiese principali), così come nelle loro biblioteche e nei loro musei, troverai affreschi, icone, manoscritti e libri di inestimabile valore. Tra i più celebri ricordiamo qui i monasteri di Agios Ioannis Theologos a Patmos, di Hosios Loukas in Beozia, di Meteora e del Monte Athos.



Pellegrinaggi in Grecia


Sulle orme di San Paolo Apostolo: un tragitto che ripercorre i viaggi con cui San Paolo diffuse il messaggio di Cristo in Grecia. Il pellegrinaggio inizia a Samotracia e prosegue a Kavala, Filippi, Salonicco, Veria (dove ammirerai l’”altare dell’Apostolo Paolo), Atene e termina a Corinto, dove venne costruita una chiesa in suo onore.

Monte Athos: lo Stato monastico del Monte Athos ospita venti grandi monasteri che fungono da cenobi maschili. Presso i vari eremi e celle esistono anche comunità più piccole. Oggi vivono sul Monte Athos circa 1.600 monaci, per lo più greci ma provenienti anche da altre parti del mondo.

Meteora: gli eremiti cominciarono a insediarsi nella regione di Meteora nell’XI secolo. Oggi rimangono attivi sei monasteri, alcuni di essi restaurati: sono quelli di Metamorfoseos tou Sotiros (o Grande Meteoron), Varlaam, Rousanou, Anapausas, Santa Trinità e Agios Stefanos.




Chiese e monasteri celebri della Grecia


Imponenti monumenti religiosi e testimonianze secolari della fede cristiano-ortodossa si incontrano dal Monte Athos a Creta, dall’Egeo allo Ionio: ogni angolo di Grecia è permeato da una profonda cristianità, manifestatasi nei modi più diversi nel corso dei secoli: dietro al grande valore religioso e artistico di monasteri, chiese e cappelle sparse su tutto il territorio greco, si cela l’ispirazione dei fedeli che hanno creato queste opere.

Sontuosi o umili, ma sempre realizzati a regola d’arte, questi edifici, frutto anche dell’ispirazione divina, attendono solo che tu li scopra. Visitandoli vivrai un’esperienza indimenticabile, all’insegna allo stesso tempo della meraviglia e della devozione. In tutte le chiese e cappelle della Grecia la celebrazione del santo patrono è qualcosa di unico. Si organizzano processioni, feste a base di vino casereccio e raki, musica tradizionale e manicaretti locali. Ecco qui di seguito alcuni dei più importanti monasteri e delle più significative chiese della Grecia:

1. Agios Ioannis Theologos (San Giovanni il Teologo), Patmosquesto imponente monastero ricorda una fortezza e domina dall’alto l’isola di Patmos, nel Dodecanneso. Chiamato anche “la Gerusalemme dell’Egeo”, venne fondato nel 1088 dal beato Christodoulos Latrinos e ospita tesori di valore inestimabile.

2. Monastero di Hosios Loukas Steiriotis, Beozia:
 anch’esso dall’aspetto simile a quello di una fortezza, questo monastero è probabilmente il più importante monumento medio-bizantino della Grecia. Il suo katholikon vanta affreschi eccezionali e stupendi mosaici risalenti all’inizio dell’XI secolo: non a caso è spesso chiamato “la piccola Santa Sofia”.

3. Monastero di Dafni: costruito sui resti di un antico tempio di Apollo, questo monastero è patrimonio dell’Unesco ed è annoverato tra i più importanti monumenti bizantini del Mediterraneo. I suoi mosaici, risalenti all’XI secolo, sono considerati tra i più belli e significativi mai realizzati nel mondo cristiano.

4. Nuovo Monastero, Chios: è uno dei più importanti monasteri della Grecia. Fatto costruire dall’imperatore bizantino Costantino IX Monomaco nel 1024, presenta un katholikon dedicato alla Vergine Maria con alcuni dei più bei mosaici bizantini mai rinvenuti, realizzati da maestri di Costantinopoli.

5. Mistrà: a Mistrà ammirerai sette importanti chiese: si tratta dei katholika dei monasteri di Pantanassa (l’unico ancora attivo) Agios Dimitrios, Evangelistria, Perivleptou, Agia Sofia, Panagia Odigitria e Agii Theodori.

6. Panagia, Tinosla fede di migliaia di persone nei poteri miracolosi dell’icona di Megalohari ha trasformato questo monastero di fondazione relativamente recente (1880) in una delle più importanti mete di pellegrinaggio dell’intera Grecia. La festa cittadina si svolge il 15 agosto.

7. Panagia Ekatontapyliani, Parikia, Paros: tra i più importanti monumenti protocristiani in Grecia, questo complesso di chiese costituisce la più popolare attrazione religiosa ortodossa dell’isola di Paros. Comprende anche un celebre battistero, delle cappelle realizzate in tempi più recenti e il museo bizantino. La festa cittadina si svolge il 15 agosto.

8. Panagia Hozoviotissa, Amorgos: questa splendida chiesa è incastonata in una scogliera a strapiombo sull’Egeo. E’ alta 40 metri, ma larga solo 5! Fu voluta da Alessio I Commeno per ospitare l’icona miracolosa della Vergine Maria. Il suo museo ospita reliquie. Festeggia il 21 novembre.

9. Panagia Soumela: il monastero originale di Soumela si trovava a Trebisonda, sul Mar Nero, ed è stato per sedici secoli un simbolo dell’Ortodossia. In seguito alla sua distruzione, l’icona della Vergine Maria che ospitava venne trasportata nel nuovo monastero di Panagia Soumela, immerso tra i pendii boscosi del monte Vermion.

10. Chiese di Salonicco: Salonicco è celebre per le sue chiese bizantine e soprattutto per quella dedicata al patrono della città, Agios Dimitrios. Di grande importanza e bellezza sono anche quelle di Agia Sofia, Aheiropoiito e Panagia Halkeon, così come quelle di Agios Nikolaos Orfanos e Hosios David nella città alta.

11. Chiese di Atene: 
Atene vanta un gran numero di importanti chiese bizantine e post-bizantine, a partire dalla Cattedrale della città, nel cuore del centro storico, e dalla splendida chiesa di Panagia Gorgoepikoos lì vicino. Di grandissimo interesse sono anche quelle di Agios Nikolaos Ragkavas, Metamorfosi tou Sotiros a Plaka, Panagia Pantanassa a Monastiraki, Kapnikarea in via Ermou e di Agii Asomati a Thisio.

Il Santo Monastero di Rousanou, Agia Varvara, Meteora