ZAKYNTHOS

IL FIORE DELLO IONIO DELL' EST

Navagio Spiaggia, Zakynthos

Spiagge bianche, tartarughe marine e feste tutto il giorno fanno di Zakynthos una destinazione turistica preferita.

I Veneziani chiamavano questa isola meridionale dell'Ione, Fiore di Levante, il fiore dell'est. La sua nobiltà e fertilità ne fecero il gioiello del loro impero. I visitatori di oggi sarebbero d'accordo, anche se vengono qui per le sue infinite spiagge - Laganà, Tsilivì, Argassi, Kalamaki, Alykès - dove Inglesi, Francesi e Italiani festeggiano giorno e notte.

Alla ricerca di momenti indimenticabili? Li troverai quando nuoterai nella famosa Spiaggia del naufragio, osserverai il tramonto dalle scogliere di Kerì e Kryoneri, ascolterai gli isolani cantare le loro cantate e vedrai le tartarughe marine caretta caretta in via di estinzione deporre le loro uova nella sabbia bianca dell'isola. Benvenuti a Zante, come è nota in Grecia, l'isola che ha tutto.


Cosa fare a Zante


Salpare per spiagge favolose
Dal tuo posto sul caicco che circumnaviga Zante, vedrai una sfilata di spiagge, ognuna più magica dell’ altra. Le spiagge del naufragio, Laganàs, Gerakas, Vasilikòs, Marathonisi, le Grotte blu ... tutte sono tra le più splendide della Grecia. Gareggia per il primo posto, il rinomato naufragio sulla spiaggia omonima che aggiunge drammaticità all’ onnipresente sabbia bianca, alle scogliere bianche e all’ acqua verde turchese. Vieni presto al mattino o getta l'ancora la sera prima, così potrai goderti la tua prima immersione prima che arrivi il resto del mondo.

Il Parco Nazionale Marino: riservato alle tartarughe marine dello Ionio
Il mare e la costa intorno a Zante furono scelti per il primo parco marino della Grecia. È qui che le rare tartarughe marine caretta caretta depongono le loro uova. In primavera, queste creature in via di estinzione, partono dal Mar Libico e dal sud Adriatico per Zante, non perché amano nuotare ma perché la natura dice loro di deporre le uova nelle sabbie di Gerakas, Dafni, Kalamaki, Marathonissi e, soprattutto, a Sekania, ad est di Laganàs, come hanno sempre fatto. Se sei abbastanza fortunato da assistere a questo spettacolo, ti preghiamo di non disturbare.

Per goderti tutto ciò che Zakynthos ha da offrire, vola con Aegean.

Bohali, la parte più bella della città
Zante non è solo spiagge. Fai una passeggiata fino all' incantevole Bohali, a 2 km dal centro della città, e dovrai fermarti ogni pochi minuti per ammirare la vista panoramica sul porto, su Argassi e sulla baia di Laganàs, o per fotografare i vicoli fiancheggiati da vecchie case e da caffè tradizionali. Cammina ancora un po' più su verso la cima e arriverai al castello, camuffato da ogni sorta di pianta e arbusto, dove nel periodo sotto i Veneziani si trovava il capoluogo dell’ isola.

San Dionysios
Uno dei siti di pellegrinaggio ortodosso nello Ionio, San Dionysios attira folle di credenti durante tutto l'anno in quanto ospita le reliquie dell’ omonimo santo (che è anche il santo patrono dell'isola). L'imponente chiesa fu costruita nel 1926, con una basilica a tre navate e un arco interno. Il catastrofico terremoto del 1953 lo ha lasciato praticamente intatto. Miracolo o solo solide fondamenta?


Immagini di Zante



Le gemme nascoste di Zante


Le Strofades, più isole da esplorare
A sole 37 miglia nautiche da Zante, questi due isolotti sono sconosciuti alla maggior parte dei turisti, Greci e stranieri. Un mistero circonda il monastero fortificato del 15o secolo qui. Ospita un' icona della Vergine che arrivò qui senza danni dopo essere stata gettata in mare dai cristiani ortodossi del 13o secolo a Costantinopoli per salvarla dagli Iconoclasti che stavano distruggendo tutte le icone.

La pietra che rotola?
La gente del posto sostiene che Mick Jagger proviene dal villaggio di Kiliomeno (che si traduce come rotolante) ed è per questo che ha chiamato la sua banda The Rolling Stones. Questa è una grande provocazione locale, ma nessuno scherza quando si tratta di esaltare le virtù di questo delizioso insediamento. Trova un po’ di tempo per ammirare il suo stile architettonico tradizionale e le vecchie case che ricordano le fortezze.

Zante al bicchiere
Metti da parte un po' di tempo per visitare una cantina dell'isola, alcune delle quali risalgono a secoli fa. Centinaia di ettari sono dedicati ai vigneti e ci sono più di 60 vitigni diversi.