NAVIGANDO NEL
MAR IONIO

Guarda il video
Barca a vela ormeggiata presso la spiaggia di Paxi

Viaggia ad alta velocità tra le isole ioniche. Con le loro superbe spiagge, porti eccellenti e sicuri, gli appassionati di vela vivranno l'esperienza della loro vita.


"Un mondo diverso, un'altra Grecia." Ecco come alcuni hanno descritto il Mar Ionio e le sue isole. È la destinazione ideale per la navigazione. Ed è vero, mentre la tua barca salpa dal Golfo di Patrasso, si aprirà un mondo completamente nuovo. Queste isole che costeggiano il lato ovest della terraferma hanno un sapore completamente diverso da quelle dell'Egeo. I greci li chiamano le "sette isole", ma ci sono molte altre di queste gemme color smeraldo. 


Dall'Attica a Corinto: iniziamo dal principio. Dirigendosi a ovest dalla costa dell'Attica, naviga verso Salamis e stabilisci la rotta per l'ingresso all'Istmo di Corinto, un viaggio di 24 miglia nautiche. Arrivando all'ingresso del Canale, ti unirai alla coda di altre barche più grandi e più piccole, e osserverai con timore la stretta fessura tra i lati torreggianti. Lega la tua imbarcazione alla terra ferma, paga la tassa e aspetta il ​​tuo turno. Per gli appassionati di vela, è l'esperienza più bella.

Poseidonia e Trizonia: una volta che il ponte sommergibile non è più visibile, le barche iniziano a passare una dopo l'altra. Non c'è niente come navigare attraverso il canale, i lati sono così vicini, i muri così alti. È lungo quasi 4 miglia nautiche e praticamente tratterrete il respiro fino a raggiungere l'altra estremità chiamata Poseidonia ed entrare nel Golfo di Corinto. Attorno a te si ergono alte montagne sia a nord che a sud, che a volte causano sorprese al capitano incauto, con improvvise raffiche di vento e mare agitato. Traccia un percorso a nord-ovest e dopo 55 miglia arriva a Trizonia, un luogo ideale per il pernottamento, dal momento che ha un grande porto turistico, una manciata di piccole taverne, un supermercato e un sacco di locali vivaci.

Rio-Antirrio: il maestoso ponte Rio-Antirrio è a sole 17 miglia nautiche da lì. Per quanto possa ispirare la navigazione, è ancora più stimolante navigare sotto di esso. Nota che prima di passare sotto il ponte, devi decidere se dirigersi verso Zante o Cefalonia, a sinistra o dritto e informare di conseguenza il centro di Rio Marine Traffic. Cominciando il tuo viaggio verso lo Jonio da sud a nord, passerai davanti a Patras, dove potrai attraccare nel porto turistico, e poi procedere al porto principale di Zante.

Zante: l'intera isola è l'ambiente perfetto per la vela. Il grande porto di Zante ha un porto turistico sul lato del molo che fornisce naturalmente tutti i servizi e le forniture di cui uno yacht potrebbe aver bisogno. Intorno all'isola ci sono molte spiagge dove trascorrere un po' di tempo, tra cui la famosa Shipwreck Bay. Non c'è bisogno che ti lavi qui, però. Il fondo è sabbioso e si presta per un buon ancoraggio. Le altrettanto famose Blue Caves sono accessibili solo in barca. Per visitarle, dovresti ancorare nella baia di Agios Nikolaos e andarci senza. C'è una piccola banchina dove puoi armeggiare. Stai attento, però, ci sono freddi molle sott'acqua qui. Mentre navighi, fai attenzione alle rare tartarughe Caretta Caretta che si dirigono verso le spiagge meridionali di Zante, in particolare Laganas, per deporre uova.

Cefalonia: prossima fermata, Cefalonia. Anche se la distanza tra Zante e Cefalonia è di appena 10 miglia nautiche, la capitale Argostoli si trova a circa 40 miglia nautiche. Situata su un profondo golfo, il porto qui è uno dei più sicuri del Mediterraneo. Lixouri, situata sulla penisola di fronte, ha anche un buon porto turistico. Un luogo che attrae praticamente tutti i marinai è Fiskardo, un villaggio di pescatori trasformato in centro internazionale di yachting, sulla punta più settentrionale dell'isola. Un altro posto preferito dalla folla velica come ancoraggio sicuro è Agia Efimia, a est.

Paxi & Antipaxi


Itaca: il regno di Ulisse. Direttamente di fronte alle coste settentrionali di Cefalonia si trova Itaca, un'isola alta e stretta, circondata da insenature. Il porto principale di Vathy si trova sul retro di una baia profonda e non potrebbe essere più sicuro o più ospitale. Un'isola drammaticamente bella, Itaca è una delle più scelte dalle sue parti. Fermatevi per una nuotata a Gidaki, nel nord. Vi aspettano acque blu cristallo circondate da una vegetazione lussureggiante.

Mentre sei in zona, le più piccole e boscose isole di Kalamos, Kastos e Meganisi ti ricorderanno perché hai scelto di viaggiare in yacht. È l'unico modo per esplorarle e hanno strutture per le barche.

Lefkada: verso ovest, verso Lefkas, che forma una specie di mare interno con la terraferma di fronte, è disseminata di piccole isole come Skorpios e Madouri. Questa costa orientale è estremamente popolare tra i marinai e ha il vantaggio di essere protetta dagli occasionali forti venti occidentali. Vasiliki e Nydri offrono entrambi ancoraggi sicuri e porti turistici ben attrezzati.

Viaggiando verso nord, si passa attraverso il canale che separa Lefkas dalla terraferma con estrema cautela, poiché non è molto profondo e adatto ad essere affollato. Ma prima di partire, controlla il porto turistico dell'isola, uno dei più grandi e meglio organizzati in Grecia, con una capacità di 600 yacht. Ad Aktion, alla foce del Golfo di Amvracian, puoi pernottare al porto turistico di Kleopatra, vicino a Preveza ea soli 1,5 km dall'aeroporto.

Paxi & Antipaxi: La distanza dall'uscita dal canale Lefkas a nord verso Antipaxi è un po' più di 30 miglia. Antipaxi è nota per le sue straordinarie spiagge, che spiegano il traffico quasi costante di yacht in mare aperto e le barche che vanno e vengono da Paxi a soli 5 miglia di distanza. Il porticciolo di Paxi è unico nello Ionio, invisibile fino a raggiungere la fine del "fiordo" formato dall'isolotto di Agios Nikolaos di fronte ad esso.

Corfù: E a Corfù. Il primo porto, Lefkimmi, è a 24 miglia da Paxi, ma il meglio deve ancora venire. Proseguendo verso nord, attraversa Benitses, dove potrai ormeggiare. Ma se non ti fermi, puoi salire a Pontikonisi, isola del topo molto fotografata, verso l'antico forte, dove c'è un porto turistico. Intorno a te, molti super yacht saluteranno il tuo sguardo, attraccati nei porti turistici o ancorati al largo.

Old Fort: la vista della cittadella dall'acqua è magica. Cambiando rotta, si passerà l'attraente sede del Corfù Yacht Club prima di arrivare al porto principale dove attraccano i traghetti e le navi da crociera. La città di Corfù, una delle più belle in Grecia, ha un'aria italiana, così come una miriade di possibilità per un pasto o un drink. Il porto turistico di Gouves, il primo porto turistico privato in Grecia, si trova a breve distanza dal cuore della città e dall'aeroporto e può ospitare oltre 1.200 barche.

Othoni: La più grande delle isole Diaponti, Othoni si trova a meno di 15 miglia dalla costa nord di Corfù. È il posto più occidentale della Grecia. In realtà tutte queste isole meritano una visita poiché formano un mini paradiso con alcuni villaggi sparsi, alcune stanze in affitto, due o tre taverne e l'occasionale castello veneziano in rovina. A Corfù puoi noleggiare una barca, una barca a vela o un motoscafo di qualsiasi dimensione al giorno.