Aerial view of Milina village
COVER STORY

Esplora 12 villaggi imperdibili del Pelio

By My Thessaly
READING TIME
Tutto il tempo necessario per bere un caffè Greco

Una volta scoperti i villaggi del Pelion, non potrai più tornare indietro. Tutto ciò che è magico nella Grecia continentale si trova qui: montagna e mare, artigianato locale, cibo appetitoso, spiagge sabbiose e natura gloriosa. È una regione della Tessaglia amata dai greci, che non hanno bisogno di un secondo invito per guidare 3 ore e mezza da Atene o 2 ore e mezza da Salonicco fino a Volos, la città costiera ai piedi del Monte Pelio. E non sono stati i primi a venire qui. Il monte Pelio era grande nella mitologia greca, come residenza estiva degli dei e casa dei centauri metà umani e metà cavalli. Una volta che avrai visto i panorami del Golfo Pagasetico o bevuto il caffè nella piazza di un villaggio sotto un platano secolare, capirai perché. ti presenteremo i 12 villaggi più noti del Pelio, divisi tra le tre regioni della montagna (centrale, orientale e meridionale). E se questo Ti tenta, vorrai sicuramente dare un'occhiata ai nostri villaggi gioiello nascosti del Monte Pelio. Ma cominciamo con i punti salienti.

PELIO CENTRALE

Portaria – Makrinitsa – Chania – Drakia 

Portaria 

Conosciuto come la porta del Pelio, il villaggio di Portaria è a soli 11 km da Volos. Verrai introdotto all’ambiente dalla cappella di Panagia Portarea (da cui il villaggio sembra aver preso il nome) e nella piazza principale, troverai deliziosi piatti tradizionali a Kritsa, una taverna tra ortensie e platani. Camminando per i vicoli verso la parte nord del villaggio, si arriva alla fontana di Mana, da dove un sentiero conduce lungo un burrone con acqua cristallina e piccoli ponti di legno. In questo modo, si percorre il Sentiero del Centauro, una breve ma bella passeggiata che termina alla Cascata di Karavo. Uscendo da un cancello di pietra, si arriva alla fonte di Adamena, a sud di Portaria, avendo condiviso lo stesso suolo dei leggendari centauri del monte Pelio. La strada principale che vedrai davanti a voi porta a Makrinitsa. 

Makrinitsa

Non è solo la vista unica da Makrinitsa (conosciuta come il balcone del monte Pelio) che ti farà sentire come se fossi tra le nuvole. È anche la speciale architettura di uno dei più noti insediamenti tradizionali della Grecia che ti incanterà. Nella piazza principale, troverai la cappella di Agios Ioannis tou Prodromou con rilievi in marmo, e una fontana con quattro teste di leone e un enorme platano cavo accanto ad essa, in cui potrai entrare e avere la sensazione di essere stati trasportati in un altro mondo. Lo stretto vicolo dietro la cappella ti porta al Kefenio tou Theofilou, un caffè che non ha bisogno di decorazioni perché vanta un enorme murale del leggendario pittore popolare Theophilos, che visse nel Pelio e lasciò le sue impronte artistiche su case, caffè e ovunque avesse la possibilità di parlare il linguaggio dell'arte. Nel museo bizantino, avrai l'opportunità di vedere le reliquie ecclesiastiche della regione. Ma non lasciare Makrinitsa prima di aver visitato i negozi che vendono prodotti tradizionali del Pelio come la pasta fatta a mano, i dolci al cucchiaio, le conserve e le erbe di montagna. 

Chania

Il viaggio da Portaria a Chania, vicino alla cima del monte Pelio, lascia senza parole. Quindi, se hai la possibilità di scegliere, scegli il posto del passeggero e goditi il paesaggio che cambia colore e consistenza man mano che si sale. Vale la pena fermarsi all' agriturismo Karaiskos, una gemma nascosta con animali e un grande orto che produce tutto ciò che si può immaginare. Forse questo è il tuo momento per imparare a stendere la pasta filo in una lezione di cucina. Ma certamente non la chiamerai una lezione perché si concluderà su una bella tavola imbandita in compagnia del personale della fattoria e un assortimento di cibo delizioso davanti a voi. Prima di arrivare a Chania, passerai anche davanti a bancarelle che vendono prodotti locali, come mele, castagne e miele. Ognuno è uno scrigno di tesori culinari. Visitare Chania significa trovarsi alle porte di uno dei due centri sciistici della Grecia con vista sul mare; significa coprirsi con una coperta quando, a pochi chilometri più in basso, c'è un'ondata di caldo; significa passeggiate in un'infinita foresta di faggi e castagni, parte della rete europea Natura 2000.

Drakia 

La piazza inferiore del villaggio di Drakia, con il suo caratteristico platano, è considerata la più antica del Pelio. È un villaggio tranquillo, costruito sulle pendici del monte Pelio, che porta una storia pesante (115 combattenti greci furono giustiziati qui dai nazisti il 18 dicembre 1943). Drakia non riceve molti visitatori e soggiornare nel villaggio ti farà sentire come un locale. Per un pasto, vai a Metaxogenis e per un caffè e qualcosa di dolce, Ligorema. Camminando da un capo all'altro del villaggio, incontrerai (oltre all'accoglienza della gente del posto) un mulino per le olive e il grano del 1880.

The lower square of Drakia village, with its characteristic plane tree, is considered the oldest in Pelion. It’s a quiet village, built on the slopes of Mt Pelion, that carries a heavy history (115 Greek fighters were executed here by the Nazis on 18 December 1943). Drakia doesn’t get many visitors and staying in the village will make you feel like a local. For a meal, head to Metaxogenis and for coffee and something sweet, Ligorema. Walking from one end of the village to the other, you’ll encounter (other than welcoming locals) an olive and wheat mill from 1880.

PELIO MERIDIONALE 

Pinakates – Vizitsa – Milies – Argalasti – Lafkos – Milina

Pinakates 

Anche le case in rovina di Pinakates ti trasporteranno a un tempo in cui questo villaggio del Pelio era pieno di vita e gli abitanti arrivavano a dorso di mulo, in modo tradizionale, dato che la strada qui è stata creata solo nel 1979. Pinakates deve il suo nome ai piatti di legno (pinakia) fatti dai primi abitanti. È un insediamento conservato e, appena arrivati, sarai tentato di ordinare un dolce o uno tsipouro (fatto in loco, naturalmente). Alla taverna Pinakoti, la specialità è l'agnello con fichi ripieni e formaggio di capra e musica locale. Non dimenticare di riempire la tua bottiglia con l'acqua cristallina della fontana di marmo.

Vizitsa 

Se hai familiarità con le immagini dei villaggi del Pelio, hai visto Vizitsa. È uno dei più fotografati ed è famoso per le case signorili a due piani che sorgono dai vicoli. Nel frattempo, la piazza è un altro marchio di fabbrica del villaggio, con ristoranti ad ogni angolo e gli aromi delle specialità locali che ti tentano a fermare quello che stai facendo e a pranzare. Assicurati di fare acquisti al Melenio, è il re dei sapori locali poiché ogni produttore della zona, grande e piccolo, è rappresentato lì. Prova la marmellata di limoni e pesche, un dolce al cucchiaio fatto con la mela firiki locale, e il miele delle api che si nutrono di pini o corbezzoli. E ancora un altro punto di riferimento è la Cooperativa di Agroturismo delle Donne di Vizitsa. Uscendo dal villaggio in direzione di Milies, c'è una panchina su una curva della strada dove si può guardare le spiagge lungo il Golfo Pagasetico. Scatta una foto ... sembra di essere sull'ala di un aereo.

Milies

Uno dei villaggi "di testa" del Monte Pelio, Milies ha sempre avuto un significato speciale per i visitatori. Forse perché trasuda cultura locale, ospitando la famosa Biblioteca di Milies (con raro materiale storico della rivoluzione greca), un museo del folklore e la chiesa di Pammegiston Taxiarchon, costruita durante l'occupazione turca quando il cristianesimo era vietato. Da notare la mancanza di simboli religiosi all'esterno della chiesa, come una croce o un campanile, proprio per questo motivo. Ma il meglio è riservato all'interno della chiesa. Ci sono murales con il cerchio zodiacale (o ruota della vita umana), un soggetto che difficilmente troverai in altri luoghi di culto cristiani ortodossi. E ci sono 48 giare rovesciate (quattro in ogni cupola) e un sistema di pozzi sotterranei che amplificava le voci del prete e del coro, ma impediva che i suoni sfuggissero e provocassero i turchi. Milies è uno dei villaggi più popolari del Pelio e capirai perché non appena esplorerai le strade. Prima di partire, dirigiti verso la leggendaria stazione ferroviaria a cremagliera di Moutzouri. C'è un piccolo museo nella stazione con pareti piene di storie di quando la vita degli abitanti dipendeva dalla linea ferroviaria che collegava i villaggi del Pelio. Se sei fortunato, potrai assistere all'arrivo del treno e al conducente che fa ruotare la locomotiva sulla piattaforma girevole.

Argalasti 

Il principale villaggio del sud del Pelio, Argalasti serve la maggior parte dei visitatori. Ma è anche famosa per i suoi sapori, poiché il microclima qui è perfetto per la coltivazione della vite e ci sono due cantine organizzate che si possono visitare (così come un sacco di piccoli vigneti amatoriali) nella zona. Ogni sabato, puoi comprare i prodotti locali più freschi quando il villaggio si riempie degli aromi e dei suoni di un mercato contadino - verdure, ortaggi di montagna e frutta locale croccante. Se puoi rimanere un po' più a lungo, prenota un tour in bicicletta che termina con una degustazione di vini al tramonto in una delle due cantine (o visitale entrambe se te la senti). Lasciando Argalasti, ti trovi di fronte a un dilemma: a sinistra, scendi verso Xinovrisi e la spiaggia di Paltsi e il Mar Egeo o vai dritto verso gli altri villaggi del Pelio meridionale.

Lafkos

La prima impressione di Lafkos è a piedi perché è uno dei pochi villaggi senza auto del Pelio. Dal parcheggio, hai due scelte... e vale la pena prenderle entrambe: A sinistra, la strada porta alla chiesetta di Profitis Ilias, con la sua vista unica e l'aeroporto di aeromodelli (grazie a un appassionato locale). E a destra, troverai la chiesa tutta bianca di Agia Paraskevi, di fronte ad alti cipressi. È qui che il villaggio si rivela a voi. Chiedi che ti mostrino il museo della radio (con un'interessante collezione di radio) e poi il panificio del villaggio. Vedrai che è architettonicamente diverso dagli altri edifici del villaggio, essendo stato progettato dall'ingegnere italiano Evaristo de Chirico come una stazione ferroviaria. E la vostra scelta finale? Pane alle olive e torta di peperoni rossi, fatta a mano da Yiannis il fornaio?

Un'altra gemma in questo splendido villaggio del Pelio è il Kafenio tou Forlida, il più antico caffè tradizionale greco gestito continuamente dalla stessa famiglia (dal 1785). I tavoli all'interno sono disposti intorno a una stufa e ci sono infinite fotografie delle generazioni passate sul muro. Ordina un caffè greco tradizionale. Il sapore è un'altra cosa. Il nostro consiglio finale è di seguire il sentiero circolare di ciottoli che collega Lafkos e Milina (il nostro prossimo villaggio del Pelio), con una vista incredibile sul Golfo Pagasetico e l'isolotto di Alata.
 

Milina

La prima impressione di Lafkos è a piedi perché è uno dei pochi villaggi senza auto del Pelio. Dal parcheggio, hai due scelte... e vale la pena prenderle entrambe: A sinistra, la strada porta alla chiesetta di Profitis Ilias, con la sua vista unica e l'aeroporto di aeromodelli (grazie a un appassionato locale). E a destra, troverai la chiesa tutta bianca di Agia Paraskevi, di fronte ad alti cipressi. È qui che il villaggio si rivela a voi. Chiedi che ti mostrino il museo della radio (con un'interessante collezione di radio) e poi il panificio del villaggio. Vedrai che è architettonicamente diverso dagli altri edifici del villaggio, essendo stato progettato dall'ingegnere italiano Evaristo de Chirico come una stazione ferroviaria. E la vostra scelta finale? Pane alle olive e torta di peperoni rossi, fatta a mano da Yiannis il fornaio? Un'altra gemma in questo splendido villaggio del Pelio è il Kafenio tou Forlida, il più antico caffè tradizionale greco gestito continuamente dalla stessa famiglia (dal 1785). I tavoli all'interno sono disposti intorno a una stufa e ci sono infinite fotografie delle generazioni passate sul muro. Ordina un caffè greco tradizionale. Il sapore è un'altra cosa. Il nostro consiglio finale è di seguire il sentiero circolare di ciottoli che collega Lafkos e Milina (il nostro prossimo villaggio del Pelio), con una vista incredibile sul Golfo Pagasetico e l'isolotto di Alata.
 

PELIO ORIENTALE 

Tsagarada, Zagora 

Tsagarada

Ci sono quattro quartieri in questo villaggio scarsamente popolato del Pelio, e ognuno sembra segnare la fine dell'insediamento. Passeggiando, vedrai l'edificio della scuola Nanopouleios, risalente al 1909 e ancora utilizzato come scuola elementare. Nei mesi estivi, si trasforma in una sala per mostre e concerti. E proprio accanto c'è la scuola commerciale Achillopouleios, risalente al 1864, quando era una scuola commerciale pioniera per il Pelio e un supporto indispensabile per le comunità del villaggio. Nel frattempo, quanto spesso capita di bere un caffè sotto un platano di 1000 anni? Ebbene, questa è l'esperienza che farai nella piazza di Agia Paraskevi, sotto un albero i cui rami si estendono per 15 metri e le cui radici arrivano fino a due fontane di marmo dall'altra parte della piazza. Come a Zagora e negli altri villaggi di questo lato del Monte Pelio, il verde inizia all'interno del villaggio e arriva fino alle spiagge. Si possono fare passeggiate a cavallo nei boschi o scendere una gola, solo due delle esperienze inaspettate qui. E ai piedi del villaggio ci sono le spiagge di Mylopotamos e Fakistra - indiscutibilmente nella lista delle migliori spiagge del Pelio.

Zagora

Ci sono quattro quartieri in questo villaggio scarsamente popolato del Pelio, e ognuno sembra segnare la fine dell'insediamento. Passeggiando, vedrai l'edificio della scuola Nanopouleios, risalente al 1909 e ancora utilizzato come scuola elementare. Nei mesi estivi, si trasforma in una sala per mostre e concerti. E proprio accanto c'è la scuola commerciale Achillopouleios, risalente al 1864, quando era una scuola commerciale pioniera per il Pelio e un supporto indispensabile per le comunità del villaggio. Nel frattempo, quanto spesso capita di bere un caffè sotto un platano di 1000 anni? Ebbene, questa è l'esperienza che farai nella piazza di Agia Paraskevi, sotto un albero i cui rami si estendono per 15 metri e le cui radici arrivano fino a due fontane di marmo dall'altra parte della piazza. Come a Zagora e negli altri villaggi di questo lato del Monte Pelio, il verde inizia all'interno del villaggio e arriva fino alle spiagge. Si possono fare passeggiate a cavallo nei boschi o scendere una gola, solo due delle esperienze inaspettate qui. E ai piedi del villaggio ci sono le spiagge di Mylopotamos e Fakistra - indiscutibilmente nella lista delle migliori spiagge del Pelio.

I villaggi imperdibili del Pelio

Allora, dove saranno le vostre vacanze nel Pelio... nei villaggi centrali, meridionali o orientali della regione? C'è bellezza ovunque tu vada su questa montagna leggendaria. Ma se hai deciso, vorrai sicuramente dare un'occhiata anche ai nostri villaggi gioiello nascosti del monte Pelio. Abbiamo qualche altro segreto nella manica.

Scopri i 13 villaggi gemma nascosti del monte Pelio

Aggeliki Vogdanou
Aggeliki Vogdanou
Hospitality Consultant - Travel Planner

Passionate about tourism, within which she has worked for a decade (hospitality and activities), Aggeliki Vogdanou is an expert on Mt Pelion and Volos, the city at the foothills of the mythical mountain of Centaurs. She has lived and breathed Pelion’s traditional villages, authentic cuisine, virgin beaches and chestnut and beech tree forests. Her motto is "Be in the future before your customers, to welcome them as they arrive".

Leggi di più
Tzastenis beach, Trikeri

Scopri 13 villaggi gioiello nascosti nel Monte Pelio

Hiking Balos trail

Le 8 avventure all'aperto più popolari in Grecia

Mount Olympus summit. The "Throne of Zeus" 2.919m

12 destinazioni che hanno dato vita alla mitologia greca

Wooden bridges criss-cross the 10km Epineas path along the densely-forested valley

Trekking in Grecia: percorsi popolari

age of chivalry - Rhodes

I 10 monumenti architettonici più importanti in Grecia

Aerial view of Loutro in South Chania

10 esperienze uniche nel sud di Chania

Cityscape of Kea, Greece

8 migliori cose da fare a Kea (Tzia)

Tzastenis beach, Trikeri

Scopri 13 villaggi gioiello nascosti nel Monte Pelio

If you love traditional village life, red wine, smoked cheese and the epic mountain scenery in northern Greece, you’ll love all the things to do in Metsovo

Scopri le 11 cose migliori da fare a Metsovo

Take a tour of the Acropolis Museum

20 dei migliori musei di Atene