SIKINOS

IL FASCINO DELLA SEMPLICITÀ

Quartiere di Kastro sull'isola di Sikinos

Giorni inondati dal sole, autentiche delizie, un senso di un passato di innocenza e bellezza incontaminata.


La leggenda dice che gli dei d'amore carichi di fiori salterebbero gioiosamente intorno alle isole, riposando in giardini decorosi o su spiagge tranquille lungo la strada. Su una piccola isola, fedele alla forma, organizzarono un matrimonio tra il re detronizzato, Thoas e la ninfa, Niis. Era il loro bambino, Sikinos, che diede il suo nome a questo piccolo paradiso nell'Egeo; quello che, secondo una popolare canzone greca, la Beata Vergine "tiene in grembo".

Piccolo, incontaminato e vicino a Ios e Folegandros nella parte meridionale della catena delle Cicladi, Sikinos ha il suo modo speciale di offrire ai visitatori ciò che desiderano da una vacanza. Promette un sorprendente collage di paesaggi naturali, esultanza spirituale, tranquillità, un tocco molto umano e un contatto intimo con la tradizione passata. Questi sono gli elementi che racchiudono il fascino aspro e attraente, incoraggiando il turismo alternativo rimanendo fedele alle sue origini.

È ora di dimenticare il ritmo frenetico della città mentre la barca si avvicina al porto di Alopronia. Per un po 'ti sintonizzerai solo al ritmo dell'isola e vivrai momenti onirici in paesaggi magistralmente realizzati dal vento e dalle onde.

Cosa fare a Sikinos


La Hora
L'Hora è una delicata vignetta con due diversi sfondi, i fianchi delle montagne di Kastro e Horio. Kastro, costruito sul bordo di una scogliera, è un borgo fortificato risalente al 15 ° secolo. Quando si entra attraverso l'autentico cancello laterale, si viene accolti da case bianche con più di 100 anni, vicoli profumati da gelsomini, cortili con bouganville, gerani e alberi di vite. Tre mulini a vento si ergono fieri sulla scogliera, di fronte al mare. Nella piazza, visita la collezione di icone dell'era post-bizantina. Horio, a sud, ha tutte le caratteristiche preferite di un'isola delle Cicladi. Un labirinto di stretti vicoli collega case, aiuole e tranquilli angoli nascosti. Una volta qui, è necessario dare un'occhiata al museo folk.

La chiesa di Pantanassa
Situato nella piazza di Kastro e costruito nel 1787, ospita uno schermo di legno dorato.

Il monastero di Zoodohos Pigi (Hrisopigi)
Costruito sul punto più alto di Kastro nel 1690, fungeva da rifugio per i residenti contro le incursioni dei pirati che tormentavano l'isola. Fai una salita in prima serata e goditi il blu senza soluzione di continuità di mare e cielo.

Episkopi
È un monumento speciale e testimonianza di una lunga storia di culture e religioni sovrapposte. È nell'entroterra e consiste nel tempio principale, nella cappella di Agia Anna e nelle celle abbandonate. E 'stato inizialmente costruito come un mausoleo romano nel 3 ° secolo dC e convertito in un tempio cristiano nel 17 ° secolo, con una cupola, campanile e coro.

Spiagge
Le spiagge di Sikinos sono verginali con acque cristalline. I tratti sabbiosi di Alopronia, Agios Georgios, con una consistenza ciottolosa, e Dialiskari, con un parasole naturale di alberi di tamaris, sono tutti raggiungibili in auto. Se decidi di andare in caicco o fare un sentiero, la tua scelta si allarga a una serie di spiagge con acque verde-blu, come Agios Panteleimonas, Santorineika, Agios Ioannis, Karras e Maltas.

Celebrazioni religiose
Vieni durante i giorni di una celebrazione religiosa e avrai l'opportunità di sperimentare l'usanza "Panigirades". Dopo la processione, i membri della fede assumono la responsabilità di mantenere un'icona sacra nella loro casa per un anno. Il giorno sacro successivo raffigurato sull'icona, sono responsabili dell'organizzazione.

Immagini di Sikinos



Tesori nascosti di Sikinos


Mavri Spilia
Questa grotta a nord, sotto il monastero di Hrisopigi, è tra le più belle delle Cicladi e accessibile solo via mare.

Panagia Pantohora
Tra Kastro e il monastero di Hrisopigi si trova una cappella "fluttuante nell'aria" dedicata alla Santa Madre di Dio, il Joybringer. La costruzione della cappella è stata affidata al poeta riverito Odysseas Elitis, la cui costruzione è stata supervisionata dalla sua compagna, la signora I. Iliopoulou, con l'aiuto dei contributi del comune dell'isola. Questo luogo delizioso è intriso di un'atmosfera di innocenza e bellezza naturale; un punto di osservazione attraverso l'Egeo che Elitis stesso esalta per la sua chiarezza "cristallina".

Sentieri
Resti di antichi borghi, chiese bizantine, gole, spiagge remote, radure con vista panoramica e natura rigogliosa sono alcuni dei "regali" dell'isola agli escursionisti.