MANI
Un’armonica convivenza di pietra e luce
Nelle campagne del Mani, dietro a ogni pietra e ad ogni sprazzo di luce, si celano storie di coraggio, resistenza, generosità e armonia. Il paesaggio tipico, costellato di costruzioni in pietra dalle caratteristiche uniche, reca in sé le tracce del turbolento passato della regione, mentre l’armonica convivenza di una ricca vegetazione, di aride rocce e del bagliore azzurro del mare accoglie i visitatori con una calorosità tale da essere eguagliata soltanto dalla cordialità degli abitanti della regione, celebri da sempre per il loro impareggiabile coraggio.
Un paesaggio dominato da torri
Il Mani è un territorio ricco di case fortificate e torri. Le caratteristiche costruzioni in pietra, raccolte in borgate o disseminate qua e là in tutta questa regione del Peloponneso meridionale, infondono ovunque ci si rechi un senso di meraviglia. Basti pensare all’aristocratica Areopoli, tra i luoghi storicamente più significativi del Mani, con le sue strade e i suoi vicoletti in pietra: qui si erge la casa-torre della famiglia Mavromichalis, tra gli artefici della Guerra di Indipendenza greca del 1821.

Nell’affascinante Vathia, un grazioso insediamento costituito da case-torri, molti edifici ormai cadenti sono stati splendidamente restaurati. La città-fortino di Kardamyli reclama giustamente una politica analoga anche per le sue costruzioni. La pittoresca Itilo, infine, con le sue case in pietra, i suoi vicoli e le sue chiese bizantine, ai tempi della guerra di Troia contribuì, come racconta Omero, alla fornitura di navi per la spedizione contro Priamo. Ammirando da qui il mare, sembra quasi di scorgere ancora oggi quelle impavide triremi solcare fiere i flutti increspati.

Sotto l’ispirazione di un’eterna luce
E’ quando il tramonto danza sull’acqua del mare – dalle tinte ora blu, ora verdi – che capisci che il Mani ha conquistato il tuo cuore. Dal villaggio di pescatori di Limeni, dove, nella suggestiva atmosfera di taverne e caffè, la tua mente si perderà nei giochi di luce del sole del mezzogiorno o del tramonto, fino a Gerolimenas e alle sue acque cristalline… Il tuo viaggio nel Mani non finirà mai di stupirti.

La bellezza di Gythio ti indurrà facilmente a credere al racconto del mito. Si dice che Eracle e Apollo si scontrarono a lungo e duramente per dare il loro nome a questo luogo, finché non decisero di comune accordo e in onore di entrambi di chiamarlo appunto Gythio, ovvero “Terra degli Dei”. Località balneari sono disseminate lungo tutta la costa. La spiaggia sabbiosa di Stoupa, in particolare, è a buon diritto annoverata tra le perle del Peloponneso. Immergendoti in questo paesaggio, sarai anche tentato dal tuffarti in mare da qualche roccia sporgente. Intanto, il leggendario relitto Dimitrios, arenato in una spiaggia vicina a Gythio, continua a dominare la scena, come a racchiudere in sé, meglio di qualsiasi altra cosa, l’autentico spirito del Mani.
Mani: una storia antica e segreta
Mani: una storia antica e segreta Alla vista delle grotte di Diros, vicino ad Areopoli, non potrai che rimanere a bocca aperta. Questi siti naturali neolitici e paleolitici, abitati dal 4000 al 3000 a.C. ca., sono tra i più importanti della Grecia. Un viaggio nel Mani non può dirsi completo senza un’esplorazione in barca di Vlychada (la più grande delle due grotte), per lo meno per il primo chilometro e mezzo dei 15 km totali di canali sotterranei percorribili.

Attraversando in alcuni tratti stretti passaggi ricchi di stalagmiti e stalattiti, rimarrai incantato dal cangiante riflesso di forme e colori sull’acqua placida. Un museo illustra la storia della scoperta della grotta, nonché dei resti di una coppia vissuta almeno 6000 anni fa e ritrovata avvolta in un eterno abbraccio dentro la “grotta-sorella” di Vlychada, Alepotrypa, ancora oggi oggetto di esplorazione da parte degli archeologi.


Cibo squisito e aromi intensi
In una terra ricoperta da un infinito manto di olivi è naturale che le più intense esperienze gastronomiche si basino su un eccellente olio extra-vergine. Lo vedrai condire pesce e verdure in piatti così freschi che rimarranno scolpiti per sempre nella tua memoria e nel tuo palato; lo assaporerai in molte torte salate come ad es. lahanopites (a base di verdure) e lalagia (frittelle). Inoltre, l’olio è fondamentale nella preparazione del syglino (maiale affumicato), un immancabile piatto tipico del Mani che un tempo veniva preparato dai componenti maschili di ciascuna famiglia prima di Natale.

Inoltre, non potrai certo lasciare il Mani senza un vasetto del suo miele tipico! Questa è una terra dove i piaceri più semplici sono anche quelli che rivivono più a lungo nei ricordi. Il momento in cui troverai un forno a legna e scoprirai gli inconfondibili aromi del pane maniota appena sfornato, avrai scoperto anche lo spirito più intrinseco di questa incredibile terra.
Un’eleganza semplice e un ambiente di perfetta armonia
Una terra con una storia così ricca da raccontare, una terra generosa e nobile, ma anche elegante in modo semplice e minimalistico, richiede un hotel consono alle sue caratteristiche e degno della sua statura, in cui pietra e luce, esattamente come accade in ogni angolo della regione, costituiscano il fulcro di ogni esperienza.

Benvenuti quindi al Petra & Fos Boutique Hotel & Spa! Il nostro hotel, il cui nome in greco significa appunto “Pietra e Luce”, sorge presso le placide acque della baia di Itilo e regala ai nostri ospiti una splendida vista sui cangianti colori del mare. Costruito in piena armonia con l’aspra natura circostante, Petra & Fos offre un lusso discreto ispirato ai tratti dell’arte bizantina e della tradizionale lavorazione maniota della pietra, nonché una deliziosa cucina tipica e mediterranea: un microcosmo immerso in una terra unica e dal fascino ineguagliabile.
MANI
                                                                                                                             
Un’armonica convivenza di pietra e luce
Un viaggio alla scoperta di un luogo e di un popolo che costituiranno per te una costante fonte di ispirazione. Questo è il Mani: una terra di case-torri in cui ogni singola pietra ha qualcosa da raccontarti; una terra eternamente baciata dai cangianti colori del mare; una terra da sempre accarezzata dalla forza vitale del sole.
IL DODECANESO
Un arcipelago fatto apposta per saltare da un’isola all’altra